Connect with us

News

Pagellone Salernitana-Inter: i granata naufragano nell’impotenza. Gagliolo horror

FIORILLO 5. Alla prima da titolare becca cinque gol, ha poche colpe. A vuoto in uscita su corner a 5′ dall’intervallo. Nega il sesto gol a Calhanoglu.

DELLI CARRI 5,5. Propositivo da quinto, non esattamente il suo ruolo. C’è Perisic dalle sue parti, prova a non sfigurare alla men peggio e ci riesce. Lotta tanto colmare i limiti soprattutto di inesperienza. Da un suo cross nella ripresa nasce una carambola di un possibile autogol ospite.

GYOMBER 5. Gran tackle su Calhanoglu sul finire di prima frazione, ci mette l’impegno e la cattiveria ma senza raziocinio. Giallo sacrosanto per un inutile calcione a Bastoni. (dal 35′ st ZORTEA sv).

BOGDAN 5,5. Un paio di buoni anticipi e chiusure. Senza dubbio il più concentrato del reparto difensivo, riesce a tenere un minimo a bada uno come Dzeko. Vede gli avversari scappare da tutte le parti soprattutto a causa di un filtro totalmente assente in mediana e cerca di arginare quel che può, come in occasione del quarto gol.

GAGLIOLO 3,5. Perisic si sfila facilmente dalla sua marcatura in occasione del vantaggio. Si dimentica di Sanchez come ultimo uomo e lo fa scattare dalla metà campo interista verso la porta granata in posizione ovviamente regolare. Distratto in più occasioni, in ritardo sempre. Ci mette lo zampino su tutti i gol subiti, becca il tunnel sul quarto da Gagliardini.

RANIERI 5. In ritardo sul gol di Dumfries, spinge comprensibilmente poco nei primi 45′. Sullo 0-3 prende un pizzico di coraggio in più. Diffidato, va fuori perché Colantuono pensa a Udine. (dal 26′ st JAROSZYNSKI 5. Le marce più basse dell’Inter a risultato acquisito lo “agevolano”, si fa per dire).

OBI 4,5. Stesso assist di Firenze per lui da parte di Ribery, stesso esito che vanifica il possibile pari. Ribéry gli chiede platealmente perché non abbia provveduto al cucchiaio. Per il resto della gara corre e si sbatte alla rinfusa. Non segue Gagliardini sul quinto gol.

KASTANOS 4. Inesistente nella doppia fase, talvolta fa il birillo. (16′ st SCHIAVONE 5. Partita già compromessa, non ha le carte per incidere).

L. COULIBALY 4,5. Qualche palla smistata bene e poi tanta confusione. Sanchez gli passa davanti a velocità doppia nell’inserimento che vale lo 0-3.

RIBERY 5,5. L’unico ad accendersi e ad accendere. Un filtrante al bacio sprecato da Obi, tanto carisma, nessun tiro in porta, neppure quando avrebbe lo spazio. Perde lucidità nella ripresa e diventa dribblomane. Applausi alla sostituzione. (dal 26′ st GONDO 5,5. Almeno ci mette dinamismo: entra e fa subito un tentativo con la testa, fa ammonire Calhanoglu. Chiede troppo insistendo su una rovesciata, mette il cross che Djuric manda sull’esterno della rete nel finale).

SIMY 4. Sembra un pizzico più presente in avvio. Un’illusione. Esce subissato dai fischi, ma è pur vero che di palle un minimo pericolose non ne arrivano. (dal 16′ st DJURIC 5. Dentro per qualche spizzata e un po’ di muscoli in modo da limitare i danni. Sciupa la chance del gol della bandiera a 8′ dal termine).

ALL: COLANTUONO 4. Sorprende un po’ tutti con un vero e proprio 5-3-1-1. Delli Carri adattato quinto, tanti difensori e davanti Simy a sperare che Ribéry inventi qualcosa per lui. Il francese ci prova a illuminare, ma predica (come al solito) nel deserto. Imposta la partita sul contenimento e la ripartenza, ma c’è palese impotenza nel contropiede. Continua a preferire Simy a un Djuric forse più funzionale alle partite sporche che giocoforza deve fare la Salernitana. È lapalissiano: questa grottesca situazione extra campo non può certo aiutare ad essere lucidi giocatori, allenatore, tifosi, addetti ai lavori, finanche i cronisti. Tutti esseri umani. Però in campo sembra pure tutto troppo estemporaneo, affidato al caso. Posizionamento errato più volte anche in fase di non possesso. Vero, l’avversario è l’Inter capolista, ma sembrano mancare idee ed organizzazione. L’orgoglio (di tutti) non basta, senza criterio.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News