Connect with us

News

Pagellone Salernitana-Ascoli: Vuletich generoso, Djuric sprecone. Akpa sottotono

MICAI 6la parabola di Ninkovic è angolata e precisa, ma il piazzamento della barriera non convince fino in fondo. Forse neanche sarebbe bastato. Si riscatta chiudendo lo specchio a Beretta.

 

PUCINO 6si distende con puntualità sul binario destro ma spesso è ignorato dai compagni. Pregevole una chiusura sull’azione travolgente di Beretta, s’immola anche su Ninkovic.

 

SCHIAVI 6,5rischia grosso in fase d’impostazione centrando Beretta, non irreprensibile neanche nel frangente della punizione da cui nascerà il vantaggio. Si scuote col passare dei minuti, concede le briciole ad Ardemagni.

 

MANTOVANI 6esce in ritardo su Ardemagni e si dimentica l’imbucata di Beretta. Arrugginito, impiega un tempo buono per scrollarsi di dosso l’inattività. Nella ripresa un paio di pregevoli interventi gli valgono la sufficienza.

 

GIGLIOTTI 6 col sinistro trova la testa di Djuric a centro area, pennella la punizione per l’occasionissima sprecata dal bosniaco. Se la cava in un ruolo in cui sconta delle evidenti difficoltà atletiche. Calcia come peggio non potrebbe l’ultima punizione del match.

 

AKPA AKPRO 5,5meno arrembante del solito, s’accende soltanto a tratti. Affrettate un paio di conclusioni dal limite. Puntuale all’appuntamento col cartellino giallo.

 

DI TACCHIO 6,5commette la colossale ingenuità di atterrare Beretta a limite dell’area regalando all’Ascoli la punizione del vantaggio. Fa per due volte le prove al bis dell’eurogol col Padova. Prima non trova lo specchio, poi Perucchini è attento a respingere la sua bordata dal limite. Si rifarà facendosi trovare pronto sulla velenosa punizione di Mazzarani. Entra duro su Ardemagni e lo manda ko.

 

MAZZARANI 5,5lento, compassato, eppure Colantuono gli regala la grande chance di una maglia da titolare. Prova una volée di mezzo esterno che termina nel parcheggio del cinema. Dopo l’intervallo Colantuono lo avanza sulla trequarti, ma si vede solo quando calcia la punizione da cui scaturisce il pari granata.

 

DI GENNARO 5un paio di tentativi dalla distanza, prima col sinistro poi col destro, dall’analoga sorte. Spesso va ad imbucarsi nel traffico anziché tentare di dare aria e respiro alla manovra. In affanno in fase d’interdizione. Colantuono lo lascia negli spogliatoi all’intervallo. Dal 1’ st CASTIGLIA 5,5conferisce più ritmo e corsa al centrocampo, ma la precisione è un optional.

 

VULETICH 6si fa trovare ben appostato sulla sponda di Djuric, ma lo sbandieramento di Capone gli strozza in gola l’urlo del gol che pareva buono. Sfortunato, va ancora vicinissimo al gol con una spizzata sotto misura che sfiora il palo. Generoso, ma per la B probabilmente non basta. Dal 13’ st BOCALON 5spento, non è così che dimostrerà a Colantuono di valere la maglia da titolare.

 

DJURIC 5,5il suo gioco di sponda a tratti sembra l’unica valvola di sfogo granata. Mette due volte in porta Vuletich. Risultato? Un gol annullato per fuorigioco dubbio, un altro sfiorato dall’argentino. Il (grosso) problema è quando deve finalizzare. Si ritrova a tu per tu con Perucchini dopo un clamoroso liscio della difesa bianconera ma spara incredibilmente in Curva. Dal 28’ st JALLOW 5,5 si pesta puntualmente i piedi con Bocalon, i due fanno sempre gli stessi movimenti. Rispetto al compagno, però, ci mette un pizzico di nerbo in più.

 

ALL. COLANTUONO 5,5sorprende tutti con la formazione, in particolare la scelta di Mantovani e Mazzarani. La squadra va sotto a freddo, fatica a tornare in partita ed a macinare gioco. Il pari arriva da un episodio, ma da quel momento la Salernitana praticamente non tira più in porta.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News