Connect with us

News

Pagellone Pordenone-Salernitana: la decide Tutino, straordinario Gondo. Muro Gyomber

BELEC 6,5. Al pronti-via si distende bene su Zammarini. Sicuro nelle uscite. Vola su Butic al 17′ del secondo tempo. Si fa beffare da Misuraca ma il gol del pari dei ramarri va a togliere le ragnatele sotto l’incrocio. D’istinto su Camporese, salva il risultato a nove dal termine.

CASASOLA 6,5. Ha il merito di invogliare Gondo a crederci su un lungolinea apparentemente innocuo. Tenace negli interventi difensivi. Coraggioso ed efficace nell’anticipare Vogliacco di testa al 20′, creando una superiorità numerica importante. Poca forza in un cross che poteva essere interessante tre minuti più tardi. Spesso prezioso nelle scivolate, ma a volte ne fa abuso. Si fa trovare spesso nel posto giusto al momento giusto sull’ala, ma non sempre i cross sono precisi. Nel secondo tempo esaurisce le energie.

GYOMBER 7,5. Chiude tutto a doppia mandata. Letture perfette. A volte non bellissimo, ma semplice ed efficace. Non si fa mai sorprendere.

BOGDAN 6,5. Butic gli va via solo in avvio, in maniera ininfluente. Poi gli prende le misure e non passa più per un’ora. Spesso in anticipo.

JAROSZYNSKI 6,5. Torna a fare il terzino in una retroguardia a quattro. Dalle sue parti non si passa. Si trova la palla del possibile 0-2 a inizio ripresa ma, davanti alla porta, cerca un improbabile ulteriore passaggio per un compagno.

KUPISZ 5,5. Si divora il raddoppio al 20′. Prova sempre a dare una soluzione in profondità nell’attaccare lo spazio quando Casasola porta palla. Cala nel secondo tempo. (dal 39′ st ANDERSON sv).

CAPEZZI 6,5. Uomo ovunque del centrocampo anche a Lignano. Finisce comprensibilmente la benzina a metà ripresa. (dal 29′ st COULIBALY 5,5. Svagato e sotto tono. Si presenta regalando un pallone sanguinoso agli avversari e si ripete per due volte. Non è ancora al meglio e si vede).

DI TACCHIO 6,5. Viene fuori bene nello stretto da un paio di situazioni intricate nel primo tempo. Ci mette fisico, carattere, sagacia tattica.

KIYINE 6. Subito attivo anche nel pressing. È una partita anche di sacrificio, lui resta connesso e tranquillo. Qualche brivido nella gestione di palla un po’ troppo disinvolta in fase difensiva, ma se la cava bene. Giallo ingenuo, salterà l’Empoli. Finisce con nervosismo. (dal 29′ st TUTINO 8,5. L’uomo partita: si procura il rigore della vittoria e lo segna).

GONDO 8. Non poteva non essere confermato, visto il momento di straordinaria condizione psicofisica. Lui risponde ancora con un gol, ancora straordinario, anche a chi pensava che fosse capace di farne solo brutti: bello e intelligente il pallonetto su Perisan. E poi al 18′ un filtrante al bacio per Kupisz, tacchi smarcanti, falli guadagnati, gran pressing, gran tutto. Esce stremato nel finale. (dal 45′ st KRISTOFFERSEN sv. Dentro per il recupero nella speranza di una palla vagante nei cieli friulani).

DJURIC 6. Torna titolare a distanza di oltre un mese, con il Lecce l’ultima volta. Fa la torre, apre varchi e tiene impegnato Camporese. (dal 29′ st CICERELLI 6,5. Dà il suo contributo di freschezza).

ALL: BOCCHINI 6. Castori dal suo “bunker” decide per il ritorno al 4-4-2. Attacco più pesante, col solito Gondo mattatore. Le comunicazioni via filo col mister arrivano precise, lui dà la carica giusta. Primo tempo con ritmi altissimi e anche col caldo che si fa sentire: i 20° del Teghil diventano al meno dieci in più col sole e il fondo sintetico. Nella ripresa gli avversari guadagnano metri e la Salernitana si schiaccia troppo. Subisce il gol del pareggio quando stava per inserire Coulibaly e Kristoffersen, poi cambia idea. Triplo cambio a ridosso della mezzora della ripresa: se la gioca con Gondo-Tutino e Cicerelli a sinistra, inserendo poi anche la fisicità e il dinamismo del senegalese in mezzo al campo. Chiede ai suoi di non abbassare la guardia e soprattutto l’intensità. A 6′ dal termine passa al 3-4-1-2 con Anderson. La decide Tutino con Castori collegato in videochat a gioire. Nello spogliatoio scoppia la festa.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News