Connect with us

News

#NonTiScordarDiMe. Pavone oggi fa il procuratore: “Salernitana creerà difficoltà all’Atalanta”

Lunedì sera la Salernitana di Davide Nicola scenderà in campo per sfidare l’Atalanta di Gasperini. Uno dei doppi ex di questa partita è Cristiano Pavone, milanese classe 1972: più protagonista a Bergamo (41 gettoni tra il 1994 ed il 1996), più meteora a Salerno con sole 4 presenze nella seconda parte della stagione 1999/2000. Oggi è procuratore sportivo.

Ho ricordi belli di entrambe le piazze – spiega Pavone ai nostri microfoni – A Bergamo sono stato per più tempo, due anni in cui ho giocato con continuità. Ottenemmo una promozione dalla Serie B alla Serie A e poi l’anno successivo ci salvammo con 4 giornate di anticipo raggiungendo anche una finale di Coppa Italia”. Pavone era in campo quell’11 giugno 1995, quando si giocò lo spareggio promozione dell’ultima giornata tra Atalanta e Salernitana: “Entrai a mezz’ora dalla fine al posto di Locatelli. Era una partita tesa e complicata, valeva la promozione per entrambe. La Salernitana di Delio Rossi mise in difficoltà l’Atalanta nel primo tempo ma noi passammo in vantaggio con Ganz. Fu bellissima la punizione di Pietro Strada che ridiede entusiasmo ai tanti tifosi ospiti giunti a Bergamo; lo spettacolo in campo non era da Serie B. Poi mi pare fu Valentini a realizzare il gol decisivo per la promozione. Ma la meritavano entrambe le squadre”. Nella stagione 1999-2000 Pavone approda a Salerno, alla corte di Aliberti, con la tormentata gestione Cadregari-Cagni: “Quando arrivai alla Salernitana, purtroppo ero reduce da un infortunio grave alla spalla ed ero stato fermo 5 mesi. Fui acquistato a gennaio e non ero in condizione, infatti giocai veramente poco, ma di Salerno ho un ricordo stupendo, di una piazza che ama la sua squadra in maniera viscerale e di un tifo pazzesco. Ecco perché sono sicuro che andranno in tanti a Bergamo e sarà una gara entusiasmante anche sugli spalti”.

Sul match di lunedì, Pavone rivela di seguire entrambe le compagini: “L’altra sera ero al Gewiss per Atalanta-Torino. È una partita importantissima per entrambe, forse fondamentale per la Salernitana che ha bisogno di punti per la salvezza. Ma è importante anche per l’Atalanta che dovrà capire se in questo campionato può ancora lottare per qualcosa. Contro il Toro ho assistito ad una partita incredibile in cui c’è stata una pioggia di reti”. Secondo l’ex difensore, a Gasperini e Nicola piace attaccare: “Sono due allenatori che non rinunciano mai a giocare. La Salernitana affronterà un avversario fortissimo, non sarà facile. Ma conoscendo il carattere di Davide Nicola, penso che riuscirà a trasmettere le giuste motivazioni ai ragazzi che giocheranno alla morte. Secondo me la Salernitana può mettere in difficoltà l’Atalanta”.

La Salernitana sta progettando un settore giovanile più evoluto, ed in questo senso l’Atalanta può essere un valido esempio di come una provinciale possa diventare poi presenza stabile nelle competizioni europee. Quale la ricetta secondo Cristiano Pavone: “Sicuramente ci vuole programmazione, che duri anni. E deve partire da una società organizzata, con un settore giovanile funzionante ed un’importante attività di scouting. Bisogna partire dai ragazzi più piccoli con un lavoro organizzato e attualmente vedo che il Sassuolo può ambire a ripercorrere le orme dell’Atalanta. Non è facile, ci vuole tempo, bisogna investire su centro sportivo e settore giovanili. La programmazione deve essere dettagliata”.

Dopo un’esperienza con il beach soccer, Pavone ha chiuso l’attività sportiva, ma è rimasto nel mondo del calcio: “Lavoro con Giuseppe Riso (agente di Leonardo Capezzi, nda) per un’agenzia di procuratori molto famosa in Italia che collabora con una fondazione e raccoglie fondi, anche attraverso i ricavati delle donazioni di magliette originali, fondi che poi vengono destinati agli ospedali pediatrici. Tutta la mia collezione di maglie è stata destinata a questo scopo, sono state tutte donate in beneficienza. Vi si accede dal sito https://www.charitystars.com”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News