Connect with us

News

Nicola fiducioso: “Se giochiamo così ci saremo fino alla fine. Dovevamo chiuderla…”

Parole al miele di Davide Nicola per i suoi ragazzi. Il tecnico granata non ha nulla da rimproverare alla squadra, nonostante il ko: “Faccio i complimenti ai ragazzi perché continuano a crescere in maniera esponenziale e ciò mi fa ben sperare per giocarci le nostre chance fino alla fine. Dobbiamo sempre avere ardore, coraggio e capacità di leggere le partite. Dovevamo chiudere la partita, andando 2-0; non averlo fatto è un demerito. La squadra ha dato tutto e sono contento che i tifosi abbiano visto una squadra combattiva. Il centrocampo ha qualità, con giocatori poco conosciuto ma bravi, oggi sarebbe stato importante portare via punti contro un grande allenatore e una grande squadra. Se continuiamo con questa qualità ed energia però sono fiducioso. Ranieri e Ribery mi hanno chiesto il cambio perché avevano dato tutto, anche l’uscita di Mazzocchi ed Obi ha pesato. Ho dovuto cambiare tatticamente, ma in questa squadra tutti sono utili. Alcuni singoli sono più avanti, ma altri devono crescere per mentalità e lavoreremo per questo. Non abbiamo alternative se non acquisire mentalità e identità, abbiamo giocato contro squadre importanti. Possiamo migliorare ancora. Da domani dobbiamo resettare tutto e pensare alla prossima. Ci basta una vittoria per sbloccarci”.

Nicola si è detto convinto dalla prestazione dei suoi e ha analizzato anche la prova di alcuni singoli: “La gara di Obi è stata causata dall’assenza di Ruggeri e mi ha dato un’ulteriore possibilità in termini di scelte, perché ho visto un giocatore che mi è sempre piaciuto e non avevo avuto occasione di dargli possibilità prima. Tutti i cambi sono stati forzati, i ragazzi erano tutti ammoniti. Chi è entrato l’ha fatto in un momento non facile. Se siamo questi però possiamo fare bene. Dobbiamo iniziare a vincere. Oggi è stata prima partita in cui ho avvertito desiderio di tutti di imporsi. Vogliamo ora raggiungere fortemente i risultati. Continuiamo ora il percorso che stiamo facendo. Da quando sono arrivato ad oggi contro la Roma sono state progressivamente prestazioni sempre più convincenti, con l’inter siamo stati nelle intenzioni bravi, ma senza quella capacità di rimanere solidi tra i comparti. Con la Juve, invece, era stata una partita diversa, nella quale eravamo riusciti a fare un secondo tempo importante, ma abbiamo pagato dazio nel primo su quelle due occasioni. Oggi è stata una partita di decisione, di geometrie tra i reparti, con il difetto che non l’abbiamo chiusa. Con la partita di oggi abbiamo iniziato a voler raggiungere il risultato. Mi interessa la voglia di far vedere a tutti le nostre capacità. Abbiamo difettato per demeriti nostri più che meriti dell’avversario”. 

In sala stampa, Davide Nicola è tornato sull’episodio del parapiglia finale in panchina: “Non mi interessa replicare. Raramente litigo con le panchine avversarie e ciò che succede in campo lì rimane. C’era battaglia in campo e qualche volte anche a livello di panchine ma poi finisce tutto lì. In campo faccio guerra con tutti. Sono arrabbiato più per la nostra incapacità di chiudere la partita che per altro. Siamo vicini al poter fare una sequenza di risultati utili, ma dobbiamo imporci di farlo, accettando anche i rischi che ciò comporta. Bohinen alla prima da titolare ha fatto una buona prova, ha dovuto avere un periodo di adattamento superiore agli altri. So che ognuno di loro sarà determinante da qui alla fine, ma devono avere anche loro questa consapevolezza”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News