Connect with us

News

Nel summit per decidere il nuovo allenatore si valuterà anche Fabrizio Castori. Rimagono vive le altre piste

È ovviamente il tema più caldo del momento e anche il primo che verrà affrontato nel summit che si terrà tra oggi e domani tra Angelo Fabiani e la presidenza: il nome del prossimo allenatore della Salernitana. La triade composta dal direttore generale e dai patron Lotito e Mezzaroma deciderà su chi puntare per guidare la squadra nella prossima stagione. La pista più recente, come riporta Il Mattino, è quella che conduce a Fabrizio Castori. Il profilo dell’attuale tecnico del Trapani sarebbe molto adatto ai granata: in primis il mister marchigiano ha già allenato l’Ippocampo, anche se senza troppo successo. Nella stagione 2008/09, infatti fu esonerato per ben due volte dall’incarico sulla panchina della Salernitana, allora di Lombardi e dei costruttori. Poi però il tecnico di Tolentino ha ottenuto grandi risultati in serie cadetta e soprattutto ultimamente ha dimostrato di far valere la sua grande esperienza in questa categoria, dove detiene il record di gare in panchina. Da rimarcare la storica promozione in massima serie con il Carpi, come anche l’avventura positiva con il Cesena. Senza dimenticare il miracolo della salvezza sfiorata in questa stagione con i siciliani, protagonisti, dal momento del suo arrivo, di un’incredibile rimonta in classifica, che tra l’altro potrebbe ancora concretizzarsi con la decisione che verrà presa il 6 agosto dalla giustizia sportiva riguardo i due punti di penalizzazione assegnati ai granata. Castori rimane imparziale, ma qualcosa si può comunque trarre dalle sue parole: “Apprendo queste voci dalla stampa – ha dichiarato – ma per il momento non ho avuto nessun contatto con la società“. Le alternative rimangono quelle di cui si è parlato in questi giorni: Alessio Dionisi, Paolo Zanetti o anche Alessandro Nesta in caso si voglia puntare su un allenatore emergente; oppure l’usato garantito che risponde al nome di Stefano Colantuono. Resta in secondo piano l’ipotesi Roberto Stellone.
Da avallare anche il budget per il mercato. L’iniezione nelle casse del Cavalluccio dovrebbe essere di 14 milioni, da investire nell’alzare il livello di qualità presente in rosa. Rosa che però non dovrebbe subire grossi stravolgimenti. L’idea della dirigenza è quella di confermarne gran parte, puntellandola con calciatori di grande spessore in grado di far fare quel salto di qualità che finora è sempre mancato. Anche questo verrà valutato nell’imminente riunione che avrà probabilmente luogo a Villa San Sebastiano, a Roma.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News