Connect with us

News

Moviolone Salernitana-Cremonese, Ros in chiaroscuro: manca doppio giallo a Castagnetti

Alla tredicesima la Salernitana ce l’ha fatta, sfatando anche il tabù Ros. Con il fischietto di Pordenone, prima di ieri sera, i granata infatti non avevano mai vinto in dodici tentativi. Nel monday night che ha chiuso l’ottava giornata, la direzione dell’arbitro friulano è stata caratterizzata da alti e bassi in una gara tutto sommato senza episodi critici.

IL MOVIOLONE. Ros fa subito capire che non fischierà molto lasciando correre quasi sempre ad inizio gara. Al 10′ Valzania sgambetta Tutino nel cerchio di centrocampo intento ad avviare una ripartenza, l’arbitro lo richiama solo verbalmente graziandolo: poteva starci il cartellino giallo. Tre minuti più tardi arriva inevitabile la prima sanzione della partita con Bianchetti che viene segnato sul taccuino dei cattivi dopo aver steso Anderson al limite dell’area: l’italo-brasiliano si stava involando verso la porta, giallo legittimo… quasi arancione. Al 17′ giallo forse eccessivo per Castagnetti che entra in modo scorretto su Di Tacchio, l’arbitro decide di punirlo. Passano poco più di dieci minuti ed arriva il gol del pareggio della Salernitana: ottima la valutazione dell’arbitro e degli assistenti che convalidano la rete di Djuric, tenuto in gioco da Crescenzi. Alla mezz’ora Castagnetti, già ammonito, interviene duramente su Anderson. Grave errore da parte del direttore di gara che grazia il calciatore della Cremonese permettendogli di rimanere in campo: il fallo era meritevole di un secondo giallo. Nell’occasione ammonito anche il team manager dei campani, Avallone, per proteste. Non sono mancati i battibecchi tra panchine, con Bisoli sempre molto “attivo” nei botta e risposta. Al 34’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo Belec salva sulla linea in seguito ad un colpo di testa ravvicinato, bravo il signor Ros che, senza l’aiuto ovviamente della tecnologia, nega il gol agli ospiti: la palla non era entrata in porta. Al 43′ ammonizione per Crescenzi in seguito ad uno scontro con Aya nel quale il calciatore lombardo si fa anche male e viene sostituito.

Nella ripresa non ci sono troppe interruzioni tant’è vero che il primo episodio degno di nota si verifica al 62′. Casasola travolge in scivolata Valeri. Cartellino giallo corretto. A 15′ dal termine altro intervento sempre su Valeri. Questa volta l’autore del fallo è Kupisz, ammonito anche lui. A otto minuti dalla fine Aya insacca ma non si può parlare di gol annullato perché il gioco viene fermato qualche secondo prima, dopo una mischia su calcio d’angolo: il direttore di gara punisce una trattenuta dello stesso difensore ex Pisa ai danni di Terranova (le immagini non chiariscono, ma Ros era posizionato bene). All’ 86′ arriva la terza ed ultima ammonizione in casa Salernitana. Dopo un lungo vantaggio l’arbitro sventola il cartellino a Lopez per aver tentato, parecchi secondi prima, di impedire la ripartenza di Valzania. Il giallo è sacrosanto e peraltro speso malissimo, visto che l’uruguagio mirava a fermare il gioco e invece (giustamente) nell’occasione Ros ha concesso il vantaggio. Per il fischietto friulano una prestazione di poco sotto la sufficienza, da 5,5.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News