Connect with us

News

Moviolone Cittadella-Salernitana: direzione sufficiente di Rapuano. Dubbi su un fuorigioco segnalato a Giannetti

Fuochi pirotecnici al Tombolato. Cittadella-Salernitana termina 4-3. La direzione di gara di Antonio Rapuano è sufficiente. In una gara ricca di episodi riesce a controllare tutto: anche il nervosismo tra giocatori.

Nei primi frangenti di gioco il direttore di gara romagnolo lascia correre su due interventi al limite di Di Tacchio e Branca che avrebbero meritato il giallo. Al ventesimo si sblocca il match con la rete assolutamente regolare della Salernitana. Lombardi serve Djuric che sovrasta il marcatore e spizzica la palla dove Paleari non può intervenire. Otto minuti dopo, i padroni di casa trovano il pareggio: Rosafio, caparbiamente, resiste alle continue trattenute di Akpa Akpro e crossa in mezzo. Diaw, in un fazzoletto, trafigge Micai.

Il Cittadella trova l’immediato 2-1 con Benedetti. Il terzino sinistro raccoglie la corta respinta granata e lascia scoccare una conclusione che non lascia scampo a Micai, disturbato dalla selva di gambe di alcuni giocatori di entrambe le squadre. Nervosismo tra Benedetti e Lombardi: entrambi ammoniti dal direttore romagnolo che poi sventola il giallo, giustamente, anche a Kiyine per un fallo ingenuo in fase offensiva. Padroni di casa che danno la spallata al match al quarantaduesimo: cross perfetto di Rosafio dalla destra, Diaw da distanza ravvicinata schiaccia di testa con la palla che passa tra le gambe di Micai. L’attaccante è tenuto in gioco da Karo.

La ripresa inizia con il giallo di Maistro appena entrato in campo: ammonizione giusta per l’ex Rieti che, diffidato, salterà la sfida con il Crotone. La Salernitana protesta per un contrasto in area di rigore tra Benedetti e Lombardi al sessantaduesimo: l’ex Benevento viene toccato dal terzino, ma accenta notevolmente la caduta. Rapuano fa cenno di continuare. Al settantesimo, D’Urso in surplace supera come conetti la difesa granata e cala il poker per il Cittadella. Due minuti dopo Giannetti viene pescato in offside: Lombardi serve l’ex Cagliari che si muove alle spalle di Mora e l’incrocio sembrerebbe premiare la punta granata.

La Salernitana prova la rimonta ed è proprio Giannetti a trovare la rete, stavolta regolare. L’attaccante toscano è bravo a girare di testa un bel cross proveniente dall’immarcabile Lombardi che, poco dopo, viene scalciato da Iori. Rapuano non ha dubbi: calcio di rigore per la Salernitana. Kiyine è freddo dal dischetto e porta i granata sul 4-3. Nel finale giallo anche per Jaroszynski.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement
Advertisement

Altre news in News