Connect with us

News

Micai promette: “Vogliamo bel gioco e mentalità vincente. Sciopero AIC? Io voglio giocare”

45 minuti con due conclusioni in porta da parte del Monopoli. Una bella parata, il gol subito dove forse non era ben posizionato. E’ pur sempre un’amichevole e quindi il giudizio è rimandato per Alessandro Micai, il nuovo portiere della Salernitana. L’ex Bari è il numero 1 di Colantuono e già sabato con il Palermo dovrà fare gli straordinari per chiudere le strade ai rosanero e portare i primi punti alla Salernitana. Il tecnico di Anzio si fida di lui, i tifosi all’ingresso in campo gli hanno tributato un bell’applauso e Micai si dimostra già pienamente nel progetto Salernitana: “Arriviamo all’esordio preparati e organizzati. Ovvio è che non abbiamo avuto tanti esempi per capire il nostro reale valore, soprattutto io che sono appena arrivato e ho disputato solo 3 partite. Non ci siamo misurati ancora con un avversario di pari valore“. E contro le piccole la Salernitana ha sempre vinto e segnato, ma anche subito troppi gol: “Il calcio d’agosto è strano e può regalare sensazioni positive o negative. Dobbiamo restare più lineari possibili. Sofferenza sul versante destro? Siamo un po’ tutti con l’acqua alla gola perché stiamo lavorando. Se prendiamo sempre gol è un problema generale, ci sono tanti nuovi giocatori che magari non hanno giocato insieme prima d’ora e devono fare ancora quadrato, rispetto ad altre squadre più collaudate si fa più fatica ma questo è normale. Il fatto di essere arrivato a fine ritiro può essere un problema nel collaudo del lavoro, ho un mese meno degli altri ma non deve essere una scusante. Faccio fatica perché sono nuovi compagni e non conosco perfettamente tutti, è normale che ci sia un attimo di incomprensione tra difesa e portiere o tra difesa e centrocampo. Dietro dobbiamo essere più attenti, serve rabbia e anche prestanza fisica. Ora è difficile avere tutto questo al 100%, ma quando ci troveremo di fronte i calciatori di qualità del Palermo presteremo molta più attenzione rispetto a quella mostrata contro le squadre amatoriali“.

Il sogno di ogni tifoso della Salernitana è raggiungere finalmente i playoff. “Attenzione –  dice Micai – le retrocesse sono favorite perché sono leggermente più organizzate. Anche le neopromosse vanno tenute d’occhio, c’è sempre qualche sorpresa. Sarà un campionato tutto da vivere e il campo sarà l’ultimo giudice. Il nostro obiettivo primario è riuscire a imporre un bel gioco e una mentalità vincente: dopo aver raggiunto queste due cose, i risultati verranno. Non mi piace fare proclami, al più presto dovremo cercare di instaurare un bel rapporto tra noi. La ricetta è mentalità vincente più organizzazione per arrivare a grandi risultati.”

Micai questo campionato lo avrebbe potuto giocare con la maglia del Bari, ma purtroppo i galletti non sono riusciti a iscriversi al torneo. La Serie B si gioca a 19 squadre e dovrebbe cominciare venerdì, ma l’AIC minaccia sciopero. “Mi sono fatto un’idea, non è sicuramente una cosa che arriva da noi calciatori ma dall’alto. Se diranno di non giocare, non giocheremo. Non sono arrabbiato per quello che è successo, in questo calcio moderno tutto è possibile. Il Milan ha traballato, è capitato a Bari e Cesena quest’anno di fallire. Purtroppo è il calcio che è così. Io voglio giocare sabato, per me si può cominciare anche domani. Purtroppo in Italia la burocrazia fa andare le cose a rilento, l’AiC non ha minacciato nessuno. Prendiamo atto dell’eventuale sciopero, ma io sono stufo di questo e voglio giocare.”

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News