Connect with us

News

Lotito, Mezzaroma e la crisi del settimo anno da scongiurare: urge nuova luna di miele

RIVISONDOLI (AQ). Arrivati alle porte del quarto anno consecutivo in Serie B che coinciderà con il centenario della Salernitana, è tempo di ‘festeggiare’ anche per Claudio Lotito e Marco Mezzaroma. Il 26 luglio del 2011 infatti i due soci e cognati si insediavano a Salerno con la storica conferenza stampa in compagnia dell’allora sindaco Vincenzo De Luca al Salone dei Marmi.

Una giornata che resterà nella storia del calcio salernitano. Dopo il fallimento della Salernitana Calcio di Antonio Lombardi, l’amministrazione comunale pubblicò un bando al fine di far ripartire il calcio cittadino. Sette furono le proposte tra cui quelle di Pietro Lo Monaco, Giovanni Lombardi ed appunto del tandem Lotito-Mezzaroma che da subito raccolse il consenso dei tifosi. Fu un plebiscito.

Sette anni di alti e bassi per il duo romano: non sono certamente mancate le gioie, dalla vittoria del campionato di Serie D (celebrata da Lotito con l’infausta corsa in campo) al ritorno in cadetteria con in mezzo la vittoria di altri due campionati ed altrettante coppe. Allo stesso tempo ci sono stati momenti difficili, con sette esoneri, striscioni e cori di contestazione (negli ultimi anni di B) indirizzati in particolar modo a Lotito il quale ha sempre battuto sulla questione relativa alle presenze, alimentando ulteriormente il malcontento dei tifosi.

Quello del settimo anno in tutti i matrimoni è un passaggio importante. C’è da scampare il pericolo della famosa ed irreversibile crisi. I due imprenditori sanno bene che per riconquistare la fiducia e l’affetto della piazza servirà un campionato indimenticabile, quasi come una seconda luna di miele.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News