Connect with us

News

L’ex Rinaldi a Tv Oggi: “Momento attuale colpa di tutti. Giusto stop diserzione, la Salernitana farà gran partita”

Nel corso della trasmissione Amici Granata, in onda su Tv Oggi, era presente Giuseppe Rinaldi, ex difensore della Salernitana. Per lui due esperienze in granata (2004 e 2012/13 con la vittoria di una campionato Lega Pro Seconda Divisione), sia sotto la presidenza Aliberti che sotto il duo Lotito-Mezzaroma. Il calciatore, ora in forza all’Ercolanese, società di Serie D, ha parlato a trecentosessanta gradi del mondo granata. “Per giocare a Salerno servono attributi. Quando tutto va bene, dai il meglio, quando tutto va male devi però assumerti tutte le tue responsabilità. Io preferisco lo stadio pieno, il pubblico è un punto a favore. La Salernitana deve raggiungere la salvezza ed ha bisogno di sostegno. C’è un finale di stagione difficile. Il Cittadella è una squadra fastidiosa, poi ci sarà l’ostica trasferta di Brescia. I tifosi devono pensare ora solo al bene della squadra, a fine stagione si vedrà il resto”. Un’analisi poi sulle aspettattive deluse: “Se l’obiettivo era la Serie A, ma a dicembre ti ritrovi in zone pericolose, le colpe sono di tutti: società, allenatore e giocatori. Serve capire che errori sono stati commessi. Per alcuni giocatori che partono con un obiettivo in testa, ma poi si ritrovano a giocare per altro è difficile. Servono attributi e qualcuno potrebbe anche tirarsi indietro in un clima del genere”. Rinaldi ricorda anche la sua esperienza granata: “La mia Salernitana era una corazzata e c’erano giocatori con gli attributi e di categoria superiore, come Ginestra, Guazzo. C’era grande entusiasmo. I calciatori sceglievano la piazza per la storia e la presidenza aveva voglia di vincere”. Un pensiero anche sull’incontro odierno tra Claudio Lotito e gli ultras e sulla decisione di quest’ultimi di tornare a sostenere la squadra sabato: “I tifosi a colloquio con Lotito avranno avuto le loro ragioni. Oggi è stato fatto un passo importante. Il ritorno in curva per tifare la maglia, che va oltre tutto, è una cosa giusta. In caso poi vengano meno i patti dell’incontro è giusto che gli ultras si facciano sentire. Certo è che vincere il campionato senza passare per i playoff, come detto da Lotito, è una promessa non da poco…”. Il difensore poi si pronuncia sull’operato di Angelo Fabiani e indica una via per il futuro: “Il ds Fabiani ha preso calciatori sicuramente importanti, ma forse la rosa è stata costruita con elementi non consoni al modulo da attuare. Calaiò veniva da un lungo periodo di stop, a gennaio serviva un giocatore pronto. Emanuele tecnicamente non si discute, ma aveva bisogno di tempo per rimettersi in forma. Molti giocatori erano convinti di giocarsi la promozione, poi qualcosa è successo. Sono venute meno delle certezze. La società dovrà cambiare per dare un segnale forte. La rosa va rivoluzionata e ringiovanita, personalmente, sono pochissimi i giocatori da salvare. Ovviamente il tutto dipenderà dall’allenatore”. Chiosa finale sulla sfida contro il Cittadella e sul destino di Gregucci in caso di sconfitta: “Io credo che la Salernitana farà una gran partita. I giocatori, ora che hanno di nuovo i tifosi al loro fianco, non hanno alibi. Devono solo pensare a far bene contro una signora squadra. Cambiare spesso la linea difensiva, da tre a quattro, può condizionare il rendimento degli interpreti. Ma ora non ci sono alibi, servono solo i tre punti. Con la speranza di promesse mantenute dalla società a fine stagione. Gregucci rischierebbe molto in caso di ko, ma tutti sono sotto esame”. 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement
Advertisement

Altre news in News