Connect with us

News

L’Empoli pensa ai granata: “Classifica parla, sarà dura ma…”

Una giornata “movimentata” quella vissuta dai giocatori dell’Empoli di scena a Napoli al “Diego Armando Maradona” per il match di Coppa Italia che ha visto proprio gli azzurri (prossimi avversari della Salernitana) perdere sul filo del rasoio il passaggio al turno successivo. Dal blocco in hotel (da parte dell’Asl Napoli 1) di alcuni giocatori, mister e un membro dello staff per “scontare” un ultimo giorno di quarantena  – dopo essere venuti a contatto con un soggetto positivo al Covid durante un volo del 4 gennaio – ai chiarimenti, fino alla sconfitta contro gli altri azzurri della massima serie. I toscani archiviata la Coppa Italia infatti si preparano già ad affrontare Di Tacchio e compagni.

“Mi dispiace uscire dalla Coppa Italia ma abbiamo fatto una bella partita, nonostante qui a Napoli sia difficile”: Bajrami segna due gol proprio al Napoli ma ha già la testa a domenica per il match contro i granata di mister Castori. “Adesso dobbiamo pensare al campionato, domenica abbiamo la Salernitana. Sono contento di aver fatto due gol – ha sottolineato il giocatore al termine del match al “Maradona” – contro una squadra grande come questa e questo è il modo giusto per prepararsi al futuro. Anche in casa dobbiamo giocare la nostra partita perchè sarà davvero difficile contro la seconda in classifica”.  

“Ci hanno avvertito nella serata di ieri che avevamo avuto un contatto con dei positivi al rientro da Cosenza e che le persone che era più vicine al positivo dovevano stare in isolamento ancora un altro giorno. Si pensava che bastasse fare il tampone che abbiamo fatto in serata (con tutti risultati negativi) e invece poco prima della partenza del pullman ci hanno detto che non bastava”. Mister Cozzi, il vice allenatore, ha sostituito proprio Dionisi, costretto in albergo a Napoli, in quarantena (almeno per un altro giorno). Sulla panchina e nel post, quando il vice ha commentato il match, guardando già oltre l’esclusione dalla Coppa (pur complimentandosi con la squadra per la prestazione in terra partenopea). “Al di là di questo problema io penso che abbiamo fatto di necessità virtù e siamo riusciti a fare una prestazione importante. Questi piccoli problemi a volte ti fortificano. Oramai per noi è consuetudine avere giovanissimi in campo, tutte le partite o quasi giochiamo con squadre più di noi. Abbiamo freschezza atletica e entusiasmo. Posso dire che la classifica di B – ha concluso il vice – parla e adesso siamo lì, poi però bisogna confermarsi ogni settimana e nel campionato cadetto soprattutto dove la classifica è sempre molto corta e si possono scalare tante posizioni a salire e scendere in breve tempo e ci sono tante partite ravvicinate, dobbiamo confrontarci sapendo da adesso in poi che le squadre che ci affrontano, affrontano la prima in classifica e sarà più difficile mantenere questa posizione. Mancano ancora tantissime partite, è chiaro che noi siamo consapevoli che siamo una squadra forte, questo è sicuro”.  

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News