Connect with us

News

“Lavoro per non cadere più”: Lombardi torna in Spagna per le terapie, bivio futuro

Dopo un periodo di vacanze al mare in Toscana, Cristiano Lombardi è tornato in Spagna. È a Siviglia, presso la clinica del dottor Carlos Moreno, per continuare il percorso finalizzato al recupero – si spera definitivo – dai ripetuti problemi muscolari accusati nell’ultimo anno e mezzo in granata. È lo stesso calciatore classe 1995 a pubblicare un autoscatto su Instagram, con tanto di commento: “Lavorando al meglio per non cadere più”. Era già stato in Andalusia nei mesi scorsi, ora ci è ritornato per dar seguito alla strada intrapresa.

L’ala destra è a un vero e proprio bivio della carriera. Il suo cartellino è di proprietà della Lazio, con cui ha un contratto fino al 30 giugno 2022. Non rientra nei piani del sodalizio biancoceleste e intanto dovrà pensare a rimettersi in sesto, per assicurare a se stesso e alla società che lo avrà a disposizione per la prossima stagione una discreta affidabilità. Non è da escludere che la maglia possa essere ancora granata. Per far sì che ciò accada, però, sarà necessaria un’acquisizione a titolo definitivo del giocatore da parte del cavalluccio marino, visto che Lombardi è stato già prestato dalla stessa società per due stagioni consecutive. I regolamenti parlano chiaro: è consentito solo un rinnovo del prestito, non si può andare oltre. Prematuro fare discorsi di riconferma. Lombardi è calciatore stimato da Castori e, se sta bene, ha dimostrato di essere in grado di poter ben figurare anche in Serie A. Il problema è proprio questo: occorrerà vederci chiaro sulle sue condizioni fisiche per poter poi prendere una decisione. Intanto il calciatore lavora sodo, vorrebbe restare in Campania anche per riscattare l’anno buio.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News