Connect with us

News

Il saluto di Karo: “Salerno già mi manca, sapevo di non restare. Ora voglio vincere con l’Apoel”

Andreas Karo è pronto a una nuova sfida: rilanciare i colori dell’Apoel Nicosia in patria, dopo un deludente ottavo posto del prestigioso club cipriota. L’ex difensore granata ha firmato fino al 2024 dopo aver chiuso la stagione 2020/21 al Maritimo, in Portogallo. Aveva iniziato a Salerno, ma con Castori aveva avuto spazio solo in due occasioni per porzioni di partita in Coppa Italia con la Sampdoria e in campionato nel finale con l’Ascoli in casa. A gennaio, la cessione.

“Mi aspettavo che la Salernitana potesse andare in serie A perché sapevo quanto fosse forte il gruppo, sempre unito dal primo all’ultimo giorno. Castori? Ha fatto molto bene, nessuno può affermare il contrario. Quello che posso dire è che dal primo giorno sapevo che non sarei potuto rimanere a lungo nella Salernitana. Con Ventura ho fatto un campionato molto positivo, il suo calcio è diverso da quello di Castori, è evidente. – il messaggio di Karo ai nostri taccuini – In ogni caso spero di poter tornare un giorno in Italia. Salerno è bellissima, mi manca tanto e non ho parole per ringraziare la tifoseria e le persone che quotidianamente hanno mostrato il loro affetto e la loro vicinanza durante la mia permanenza. tra i compagni con cui ho legato di più c’è il grande capitano Di Tacchio. Tutti mi hanno aiutato molto quando risultai positivo al Covid: fu dura, ma ne sono venuto fuori subito. Ora ho accettato la sfida dell’Apoel, grandissima squadra che farà anche le coppe europee: vogliamo vincere tutto a Cipro e centrare la partecipazione alla Champions o all’Europa League, come del resto questo club ha fatto negli ultimi anni”.

Nello stesso sodalizio gialloblu l’anno scorso ha militato Vid Belec in prestito dalla Sampdoria, prima di approdare alla Salernitana: “Parliamo di un portiere molto forte, per un difensore avere uno come lui a proteggere i pali è molto importante. Recuperare la Nazionale? Certo, l’ho persa momentaneamente perché il Maritimo non mi ha lasciato partire, visto che in quel momento a Madeira c’era bisogno di fare la quarantena dopo il rientro dall’estero. Voglio fare un grande saluto ai tifosi della Salernitana: auguro il meglio alla squadra per il prossimo anno in serie A, sono sicuro che con il ritorno del pubblico allo stadio la squadra potrà fare grandi cose”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News