Connect with us

News

L’Arechi torna a cantare, applausi per i granata: Curva Sud Siberiano dice “presente”

L’Arechi torna a cantare e a sostenere, a parlare per la seconda uscita della Salernitana nell’impianto di via Allende in Serie A è stata la curva Sud Siberiano. Hanno deciso di tornare allo stadio e di riempire nuovamente la curva anche i gruppi ultras, che erano invece mancati contro la Roma. Di certo, questa sera, hanno aiutato gli applausi e i cori di cui per troppo tempo si è sentito solo un lontano ricordo. Bisogna fare bella figura davanti all’Atalanta, probabilmente la squadra più bella degli ultimi anni in Italia, ma pure di fronte agli ospiti illustri presenti, come il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.
La prima ovazione della partita è per un pallone recuperato da Ribery, che attira tifosi anche dalla Francia, venuti appositamente per vedere uno dei più grandi campioni del loro Paese. I decibel si alzano dopo mezz’ora di gioco, anche grazie a una Salernitana propositiva e pericolosa. Infatti arrivano tanti applausi per la squadra che si ritira nel tunnel verso gli spogliatoi all’intervallo, accompagnata dall’incoraggiamento: “Ci devi credere”. La Curva Sud si fa sentire anche nel secondo tempo, e i granata rispondono continuando la bella prova. Da registrare anche i timidi applausi per Ranieri al momento della sua uscita dal campo, così come quelli ancora più convinti per il secondo esordio di Gondo, anche lui sostituito nello stesso momento.
Lo stadio però viene ammutolito dal gol di Zapata. Nota stonata sul campo e foriera di una nota stonatissima: dagli spalti piove una bottiglietta all’indirizzo dell’attaccante colombiano e dei suoi compagni che stavano esultando sotto la curva sud (senza mancare di rispetto con alcun gesto). Gli atalantini hanno raccolto la bottiglietta e lanciato un’occhiataccia al pubblico. Vanno evitati assolutamente questi gesti non da Serie A. Bisogna invece evidenziare il fatto che la gente abbia poi continuato a cantare fino alla fine almeno in curva, mentre negli altri settori il pubblico sembra più rassegnato. Alla fine applausi e cori che sono continuati anche dopo il triplice fischio finale: il dodicesimo uomo in campo si fa rivedere e si…sente.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News