Connect with us

News

Ripresa, Serie A fissa date con ok del Governo, la B no. Salernitana: “Senza comunicazioni riprendiamo non prima del 25”

AGGIORNAMENTO ORE 18:10. “L’U.S. Salernitana 1919, visto il perdurare della situazione di emergenza da Covid-19 e considerata l’assenza di comunicazioni da parte degli Organi competenti sull’eventuale ripresa dei campionati, comunica che l’attività ufficiale riprenderà non prima del 25 maggio, salvo eventuali nuove disposizioni”. Con questa nota apparsa sul suo sito ufficiale, la società di Lotito e Mezzaroma spazza via ogni dubbio: i protocolli che verranno fuori dalla Figc saranno validi solo per la Serie A ed è impossibile ipotizzare una ripresa prima del 25 maggio, viste tutte le operazioni preventive che andrebbero fatte per garantire la massima sicurezza per tutti. Per attività ufficiale la Salernitana intende chiaramente gli allenamenti collettivi. In questi giorni e fino a quella data, ovviamente, proseguiranno le sedute facoltative individuali aerobiche al Mary Rosy come da qualche giorno a questa parte sta accadendo.

ORE 17:40. La Serie A vede la luce in fondo al tunnel. L’Assemblea dei venti club di massima serie si è riunita quest’oggi, in videoconferenza, sentenziando con votazione a maggioranza (16 club) di voler riprendere a giocare in data 13 giugno (l’altra data era il 20, votata da soli 4 club) per chiudere la stagione entro il 2 agosto. Tutto ovviamente sarà possibile solo dopo il via libera del Governo e con la ripresa degli allenamenti collettivi il 18 maggio i calciatori avrebbero quasi un mese di tempo recuperare la forma fisica adatta a scendere in campo. Di seguito la nota della Lega Serie A: “L’Assemblea della Lega Serie A si è riunita oggi con tutte le Società presenti e collegate in video conferenza. La Lega Serie A ribadisce, nel rapporto con i licenziatari dei diritti audiovisivi 2018-2021, la necessità del rispetto delle scadenze di pagamento previste dai contratti per mantenere con gli stessi un rapporto costruttivo. Per quanto riguarda la ripresa dell’attività sportiva è stata indicata, in ossequio alle decisioni del Governo e in conformità ai protocolli medici a tutela dei calciatori e di tutti gli addetti ai lavori, la data del 13 giugno per la ripresa del campionato. L’Assemblea ha inoltre indicato il Dott. Nanni della Società Bologna per rappresentare nella Commissione medico scientifica della Figc le istanze delle Società, che saranno previamente informate in sede assembleare”.

Il ministro dello sport Vincenzo Spadafora si è espresso così nell’informativa alla Camera: “Ho ricevuto la comunicazione del presidente della Federcalcio Gravina e mi ha detto che hanno accolto le osservazioni del Cts riadattando il proprio protocollo e quindi consentendo senza altre difficoltà di poter riprendere entro il 18 maggio gli allenamenti. Se il campionato riprenderà come tutti auspichiamo sarà grazie al fatto che ci saremmo arrivati mettendo tutto e tutti in sicurezza e non con la fretta irresponsabile o strumentale di chicchesia. Del resto la forte richiesta di ripresa del campionato era del tutto in netto contrasto con una situazione emergenziale”. Insomma la Serie A sembra pronta a rimettersi in moto, i dubbi restano solo attorno alla Serie B. Si spera ancora per poco.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News