Connect with us

News

Kiyine fa…50: l’esterno marocchino torna al gol e si avvicina alla doppia cifra stagionale

Quella col Venezia è stata una partita speciale per Sofian Kiyine. Non solo per il ritorno al gol che mancava dal 26 dicembre ma anche perché si trattava della 50esima partita con la maglia granata per l’esterno marocchino che ha festeggiato il traguardo come meglio non poteva.

Tra la prima e la seconda esperienza con l’ippocampo sul petto il classe ’97 è già arrivato a totalizzare cinquanta presenze, confermando di avere qualità e personalità da vendere al netto della giovane età. In tribuna, a fare il tifo per lui, c’erano la sua ragazza e l’agente Luigi Malagnini. Kiyine è tornato a segnare e lo ha fatto con una sua specialità, il calcio di rigore.

In questa stagione, Coppa Italia compresa, ha già siglato 9 reti, 7 delle quali dal dischetto. Un traguardo tutt’altro che semplice, soprattutto se si considerano i circa due minuti trascorsi ieri sera dall’assegnazione del penalty al fischio del direttore di gara che ha dato il via libera a Kiyine: l’esterno granata, con freddezza glaciale, non si è fatto beffare dall’esperto Pomini spiazzandolo sotto la Sud e trasformando il calcio di rigore che egli stesso si era procurato.

Al netto di qualche critica all’atteggiamento e all’eccessivo coraggio, soprattutto in situazioni difficili, Kiyine sta confermando di avere enormi potenzialità e sembra aver superato il periodo di appannamento di inizio 2020. Inoltre va ricordato che con i suoi gol la Salernitana ha guadagnato ben 9 punti: un biglietto da visita niente male per un calciatore che ha ancora voglia di regalare giocate e gol ai tifosi dell’ippocampo.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News