Connect with us

News

In punta di piedi: al Ruggi l’ultimo saluto della società granata a Melissa

In punta di piedi, senza far rumore… E’ così che la società granata ha voluto salutare la piccola-grande Melissa. Piccola per età, grande per quello che è riuscita a fare in pochi giorni, in poche ore. Stringere tutti attorno a sè, unendo le mani, lasciando che quei tifosi, sempre attenti, potessero davvero accompagnarla in un viaggio infinito. Così come ad accompagnarla oggi sono stati il mister Gian Piero Ventura, il dirigente Alberto Bianchi, il team manager Sasà Avallone e il direttore sportivo Angelo Fabiani. Tutti insieme, all’obitorio del San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona per l’ultimo saluto a Melissa Della Rocca, la giovanissima tragicamente scomparsa lunedì, all’indomani di un pareggio che è costato caro alla Salernitana, che l’ha vista “protagonista” come sempre, dalla sua postazione. Quella Salernitana che l’ha ammirata dal basso verso l’alto, Melissa. Lei, sempre presente, dagli spalti alle piazze, dalle partite casalinghe alla festa per il Centenario. E tanti, tantissimi tifosi, l’hanno ricordata. Così come ne hanno ricordato quel sorriso così pieno di vita. Un sorriso contagioso, tanto da “contagiare” i suoi “beniamini”, che hanno voluto rivolgerle un ultimo saluto social e non, dai calciatori, alla dirigenza, al mister – che seppur da pochi mesi in città – è riuscito a “sprofondare” nel cuore della gente e ad accomodarsi, piacevolmente. Quello stesso cuore che – colorato di granata – ha smesso di battere e le ha giocato un brutto scherzo, in un lunedì di inizio ottobre. E di quel “Di padre in figlia” Melissa, ne aveva fatto uno stile di vita. Papà Vinicio sempre accanto, a tenderle la mano, ad insegnarle che il calcio unisce, anche se a volte divide e fa arrabbiare. Ma non dividerà mai un papà da sua figlia, una squadra dai suoi tifosi. Intanto, sono stati tantissimi gli striscioni dedicati alla giovane, che sono apparsi in città: “Il tuo dolce sorriso in ogni angolo del Paradiso”, davanti all’Arechi. L’Arechi, che è anche un po’ più casa (tua) da oggi. Domani ai funerali sarà presente anche la Primavera della Salernitana, ulteriore segno di vicinanza da parte della società.

Ci piace pensare, cara Melissa, che stai sorridendo anche in questo momento e stai pensando che finalmente puoi completare la tua collezione di magliette granata, con quella che ti hanno appena adagiato sul corpo le persone che hai tanto ammirato, amato, odiato, aspettato e tifato durante i tuoi pochi anni di vita.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News