Connect with us

News

Il Senegal segue Mamadou. Dalla gioia al “pericolo”: a gennaio c’è Coppa d’Africa…

Ancora due partite di campionato e poi la Serie A si fermerà nuovamente per lasciare spazio alle Nazionali. Anche Fabrizio Castori dovrà salutare per almeno una settimana alcuni suoi calciatori. Oltre ai cinque già partiti il mese scorso per la prima sosta (Belec, Strandberg, Kastanos, Kechrida e Lassana Coulibaly) potrebbe partire anche Mamadou Coulibaly.

Il Senegal guarda a Salerno

Secondo quanto riportato stamani dal quotidiano Il Mattino, infatti, il CT del Senegal – Aliou Cissé – starebbe seriamente pensando di chiamare il centrocampista per la prima volta in Nazionale in occasione delle qualificazioni africane ai Mondiali nel doppio confronto con la Namibia del 9 e 11 ottobre. A strettissimo giro dovrebbero arrivare le comunicazioni del caso. Se così fosse, si tratterebbe di una bella e meritata soddisfazione per l’ex del Pescara, che arrivò giovanissimo (lo è tuttora, ha 22 anni) nel nostro Paese come immigrato e adesso si gode l’ottimo momento in A con la Salernitana, di cui è il miglior marcatore.

“Pericolo” Coppa d’Africa

Occhio, però, al pericolo di gennaio, mese in cui è prevista la Coppa d’Africa, ma senza la sosta in campionato: i club di massima serie, infatti, perderanno i giocatori africani che saranno convocati per la competizione. Tunisia e Mali dovrebbero chiamare Kechrida e Lassana Coulibaly, saldamente nel giro delle rispettive rappresentative. Se anche Mamadou partisse, Castori perderebbe l’attuale coppia titolare di centrocampisti. Alla competizione partecipa anche la Nigeria, che tuttavia non sta tenendo in considerazione Obi e Simy. Attenzione poi a Gondo, mai chiamato fin qui a rappresentare la Costa d’Avorio, che sta iniziando però a imporsi dopo due buone prestazioni in A. La fase a gironi va dal 9 al 20 gennaio: nella migliore delle ipotesi, gli africani impegnati nella loro massima competizione continentale perderebbero ben quattro partite (Venezia in casa, Verona fuori, Lazio in casa, Napoli fuori). In vista del mercato di gennaio, insomma, è opportuno correre ai ripari già dalle battute iniziali, per non lasciare la rosa largamente rimaneggiata in occasione di partite peraltro molto importanti ai fini della lotta salvezza.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News