Connect with us

News

Il pagellone di Sampdoria-Salernitana: Karo spaesato, Belec para (quasi) tutto

BELEC 6,5 Alza il muro sulla fucilata di Keita. Abbassa la saracinesca sulle bordate blucerchiate. Vola sul missile di Verre. Miracolosio sul tap-in da due passi di Rocha. Reattivo sul destro d’incontro di La Gumina. Un liscio da mai dire gol nel finale rischia la papera.

KARO 4,5 Mai in partita. Né da avambraccio della difesa e neppure da quinto di destra. Ingenuo su Keita, rischia subito la frittata. La Gumina passeggia dalle sue parti. Castori prima lo avanza a centrocampo, invertendolo con Casasola per fare meno danni e poi lo lascia negli spogliatoio. (dal 1’ st AYA 5,5 Dovrebbe dare più di una mano in difesa, ma si fa prendere dalla vetrina di Marassi e lascia scoperta la difesa con La Gumina che batte cassa)

GYOMBER 6 Un muro di gomma davanti a Belec. Legge bene un’imbucata di Keita. Gioca di posizione e fa valere centimetri ed esperienza.

MANTOVANI 6 Niente male se si considera che non giocava una partita ufficiale da quasi un anno e mezzo. Dimostra di sentirsi a suo agio nella difesa a tre, anche se da avambraccio sinistro. A inizio ripresa perde La Gumina in area, ma Belec ci mette una pezza. (dal 28’ st DJURIC 5: Entra che è già stanco. Le tre partite in una settimana si sentono e l’ariete non riesce a imporsi nel gioco aereo che è il pezzo migliore del suo repertorio)

CASASOLA 6 Svetta di testa a sparecchiare una mischia in area. Nel primo tempo resta bloccato a presidio della difesa per contenere le folate di La Gumina. E soprattutto va a dare man forte ad uno spaesato Karo. Nel secondo tempo prova a mettere al freccia. Sfiora il vantaggio con un sinistro dal limite dell’area.

KUPISZ 6 Partita di grande sacrificio del polacco, impiegato nuovamente da mezzala destra per ordini di scuderia. Gioca a tutto campo e cerca di fare da raccordo ai reparti. Quando torna nella sua posizione naturale di esterno prova a farsi sentire, guadagna spesso la profondità, ma è impreciso sui cross.

DZICZEK 6 Ha la stoffa del regista. La gioca quasi sempre di prima, testa alta alla ricerca del compagno meglio piazzato. In crescita anche in fase di interdizione. (dal 20’ st SCHIAVONE 5,5: mette ordine, si piazza schermo davanti alla difesa, ma non gli riesce riavviare l’azione come vorrebbe).

CAPEZZI 5,5 Sente la partita, è fresco ex e per poco non gioca un brutto scherzo alla Samp. Sul suo destro l’occasione più ghiotta per i granata di tutto il primo tempo. Cerca la precisione con il piattone destro, ma apre troppo il compasso. Bene in interdizione, meno bene in impostazione.

LOPEZ 5,5 Un bel traversone per la testa di Giannetti che si fa anticipare da Letica. Non soffre la differenza di categoria e neppure la carta d’identità. Almeno nel primo tempo. Non riesce a contenere il contropiede di Verre che porta al gol vittoria di La Gumina. Nel finale per poco non riesce a metterci lo zampino vincente.

GIANNETTI 5,5 Il liscio che poteva valere il pari non rende onore ad una partita abbastanza sufficiente almeno in versione assist man. All’occorrenza fa anche il difensore aggiunto. Serve Capezzi il pallone del possibile vantaggio. Copia incolla con un bel pallone per Casasola che dal limite spara alto. Prezioso in un paio di circostanze in difesa sulle palle inattive. (28’ st CICERELLI 5: scende in campo con troppa presunzione. Rocha gli fa subito capire cosa significa giocare in massima serie)

ANTONUCCI 5,5 Titolare last minute. Costringe Verre ad un giallo tattico. Un buon lancio di quasi 30 metri. Evapora troppo presto (1’ st TUTINO 6,5: un gioco di prestigio sulla trequarti che strappa applausi virtuali. Un paio di accelerazioni e qualche giocata giusto per far capire che e giocatore di… categoria)

CASTORI 5,5 Parte cauto, poi si fa prendere, ci crede, rischia, subisce e torna al passato. La sua Salernitana esce a tesata alta dalla vetrina di Marassi. E per poco non spaventa la Samp. Decide di affidarsi al turnover e si copre, schierandosi subito con il 3-5-2. Nel primo tempo i granata – sebbene alle corde – reggono. Corregge in corsa la scelta Karo e nella ripresa lo lascia negli spogliatoi. Non solo. Nel secondo tempo, sogna lo sgambetto e comincia la girandola di sostituzioni, alzando il baricentro della squadra. I granata sfiorano il vantaggio e prendono gol… in contropiede. Incredibile, ma vero. Ci prova fino alla fine, schierando di fatto la formazione tipo. Ma non basta. Salernitana comunque a testa alta

1 Commento

1 Commento

  1. Jee

    27/10/2020 at 16:54

    Castori almeno 6 se non 6,5. Un mezzo punto almeno in più a tutti; credo che la SQUADRA ha tenuto bene il campo è quindi nessuno meriterebbe l’insufficienza.

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News