Connect with us

News

Il doppio ex Bernardini: “Assenza di Colantuono non peserà, fa la differenza in B! Quanti derby con Nesta”

Un doppio ex di Salernitana-Perugia è Antonino Bernardini. Il centrocampista scuola Roma ha militato proprio nella squadra umbra prima di vivere quel magico anno in A con i granata. L’ex calciatore di Atalanta e Vicenza fra le altre ricorda con affetto le esperienze nelle due piazze ai microfoni di Radio Alfa: “Sono state due esperienze importanti che evocano in grandissimi e piacevoli ricordi. Con il Perugia ho vinto il campionato di B  nello spareggio di Reggio Emilia. L’anno dopo firmai per la Salernitana. Salerno la porto nel cuore. Mi è rimasta dentro. La piazza più bella dove abbia mai giocato. Vedere il pubblico di quell’anno lì è un emozione tale che mi porterò dentro per tutta la vita. Goal alla Roma? – sorride Bernardini – I rigori vanno trasformati, scherzi a parte è stato un ricordo bellissimo nonostante abbia segnato alla mia squadra del cuore. Ricordo che però non vincemmo solamente contro la Roma, ma anche contro l’Inter e la Juve. Nel girone di ritorno fu una bellissima cavalcata insieme a mister Oddo. Purtroppo non è bastata, ahimè, per salvarsi. Ma è stato davvero emozionante vedere ogni domenica 40mila spettatori”.

Proprio a Bergamo, Bernardini venne allenato da Stefano Colantuono: “Ho vissuto due anni bellissimi con il mister. Il primo anno stravincemmo il campionato mentre nell’annata successiva ci salvammo in scioltezza in A. Merito di una grande rosa, ma anche di un tecnico molto preparato e carismatico, ha le qualità giuste per allenare a Salerno. Obiettivo play-off? Speriamo che si possa andare su anche diretti – l’auspicio di Bernardini-. Se vince con il Perugia, la Salernitana si mette in buone posizioni di classifica. E’ l’allenatore giusto per fare la differenza in B. La sua assenza per squalifica? Sono convinto che i giocatori una volta entrati in campo si eclissino totalmente. Alla fine devono solo mettere in pratica ciò che hanno preparato durante la settimana. Non la vedo, dunque, come una cosa drastica nonostante Colantuono sia un tecnico che si fa sentire parecchio”.

Oltre a Colantuono potrebbe fare la differenza anche Di Gennaro in Serie B seppur il centrocampista non stia trovando spazio. Bernardini commenta così il momento vissuto dall’ex Lazio: “La quadra la troverà il mister, di certo non posso farlo io non conoscendo le dinamiche di spogliatoio. In Serie B il giocatore di qualità fa fare la differenza. Piano piano sono convinto che Colantuono troverà il modo per metterlo in campo e sfruttare le sue qualità”.

Infine, una chiosa su Nesta, suo ex rivale: “Quanti derby con Alessandro, lui giocava nella Lazio io con la Roma. E’ una persona molto equilibrata, penso che potrà essere un ottimo allenatore visto il percorso avuto da calciatore”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News