Connect with us

News

Il derby di Lamin: Jallow sogna la prima rete in granata, Colantuono pronto a (ri)lanciarlo dal 1′

Sente odore di derby, Lamin Jallow. E per questo vuol ritornare a pungere, graffiare e segnare. Per lui ch’è stato scovato e svezzato dal Chievo Verona, club che ancora oggi detiene il suo cartellino, quella di domani non può essere una sfida come tutte le altre. Magari si aggrapperà anche a questo, Stefano Colantuono. Ovvero alle motivazioni e alla voglia dell’attaccante gambiano di ritornare sugli standard dell’anno scorso. D’altronde alla voce gol fatti campeggia ancora un grosso zero e lo stesso dicasi per i suoi colleghi Djuric e Vuletich, con il solo Bocalon – tra gli attaccanti – che finora è riuscito ad iscrivere il proprio nome nel tabellino. Ma guai a pensare che “mal comune è mezzo gaudio”. E questo Lamin lo sa bene.

La rifinitura in programma quest’oggi schiarirà ancor di più le idee del tecnico in chiave formazione. Così, con ogni probabilità, Cola comunicherà all’attaccante di Banjul che domani sarà nuovamente il suo turno accanto a Milan Djuric. La Salernitana difficilmente farà a meno del centravanti bosniaco, che ha forza e centimetri per tenere in apprensione qualsiasi retroguardia. Almeno in serie B. Ma è pur sempre un attaccante ed anche a lui il trainer chiede di invertire la rotta e di sbloccarsi una volta per tutte. Chissà che non possano farlo insieme, domani, in un match così sentito e di fronte ai propri tifosi.

Dopo il turnover operato contro l’Ascoli nel turno infrasettimanale, sul tappeto dell’Arechi Colantuono dovrebbe nuovamente  srotolare la Salernitana “tipo”. Al netto delle condizioni di Di Gennaro, in procinto di partire nuovamente dalla panchina dopo l’affaticamento accusato nell’ultimo match. La squadra granata è chiamata a reagire dopo le ultime due prestazioni sottotono e, per farlo, si affiderà anche agli strappi di Lamin Jallow. Che vivrà questa sfida in maniera diversa rispetto ai suoi compagni. La Salernitana può vantare l’obbligo di riscatto dal Chievo in caso di promozione in serie A, anche se a quanto pare ci sarebbe una piccola promessa fatta al ragazzo al momento delle firme sui contratti: “Fai dieci gol e ti riscatteremo lo stesso”. E allora, forse, il calendario non poteva scegliere squadra migliore per inaugurare la striscia.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News