Connect with us

News

Gregucci e i buoni propositi del 2019: “Incontrerò la società, voglio mercato in tutti i reparti”

Test match che non ha dato tante indicazioni, ma Gregucci lo sapeva già questa mattina. L’allenatore della Salernitana ha messo in campo una squadra stanca, affaticata dai “quattro allenamenti doppi negli ultimi 4 giorni”. Nessuna indicazione tattica, “il modulo messo in campo oggi non sarà per forza quello di Palermo”, quello che è contato è aver messo minuti nelle gambe. “Perché la Salernitana aveva un problema fisico e la mia priorità è ristabilire la migliore forma atletica”. Ecco il perché dei tanti allenamenti, ecco perché “i prossimi 4  giorni saranno diversi”. Un Gregucci tranquillo, la Salernitana non è stata brillantissima ma oggi davvero il risultato era l’ultima cosa che contava. Ottime indicazioni da Bernardini che però “resta in corso di valutazione”, poi naturalmente Gregucci si concentra sul mercato. Non sbottonandosi e dribblando tutte le domande, ma qualche messaggio il tecnico pugliese lo lancia dritto alle orecchie della società: “Ci sono situazioni da valutare, sicuramente incontrerò la dirigenza in questi giorni – ha detto Gregucci – Non faccio nomi naturalmente, devo valutare la rosa che ho a disposizione. Fosse per me prenderei Messi e Cristiano Ronaldo, ma vorrei cercare di migliorare in ogni reparto”. Anche perché “la Salernitana ha il peggior indice di pericolosità offensiva e a ogni folata prende gol. Sono queste le statistiche che intendo migliorare con l’apporto del mercato”.

Ma per Gregucci serve soprattutto “correre di più. Ho visto otto volte la partita con il Pescara e ho capito che il primo intervento da fare è sulle gambe, perché in B serve fisicità. Adesso naturalmente c’è il mercato, fosse per me interverrei anche stasera stessa”.

A Palermo ci sarà sicuramente un problema a centrocampo. Castiglia sarà squalificato, Akpa e Odjer ancora infortunati: “E in più Mazzarani ha avuto attacchi di nausea ieri e oggi in campo, infatti ho dovuto mettere un ragazzino (Marino, ndr). Non ho ancora avuto a disposizione Di Gennaro, mentre Akpa e Odjer non posso dare la certezza che recuperino. Oggi la partita è durata per tutti 45 minuti, sono contento per Bernardini perché viene da un anno di inattività ma gli dobbiamo concedere tempo per rientrare in forma”.

Un Gregucci che ha comunque le idee più chiare rispetto alle sue prime parole da allenatore della Salernitana: “Ho in mente un’idea di gioco, voglio una squadra più offensiva. Serve lucidità, equilibrio e corsa, voglio gambe buone e resistenti. Qualche mal di pancia nello spogliatoio? Con me nessuno ha detto di essere scontento, se c’è qualcuno che vuole andare via deve parlare con la società ma a me non è stata mossa nessuna problematica”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement
Advertisement

Altre news in News