Connect with us

News

Giampaolo deluso ma realista: “Niente alibi. Salernitana brava a crederci”

Sconfitta a domicilio per la Samp. Un Marco Giampaolo vistosamente affranto, ma realista, ha commentato a caldo la gara in mixed zone: “Alla squadra ho detto le verità di questo momento, devono assumersi la responsabilità tutti insieme. Non cerchiamo alibi, ma dobbiamo essere maturi. La squadra è molto delusa, il pubblico ci ha sostenuto e poi ci ha giustamente fischiati. Dobbiamo prenderci le critiche, dobbiamo saperle prendere. Dobbiamo comportarci da squadra, solo così si può raggiungere l’obiettivo. Andare sotto di due gol dopo dieci minuti non ha giustificazioni, gli episodi ci hanno ammazzato. Ho dubbi su un fallo su Quagliarella di Fazio, secondo me poteva starci un rigore, ma al di là degli episodi dobbiamo soltanto prendere consapevolezza di questo tipo di sconfitta, prenderci i fischi e le palate di cacca che ci arriveranno addosso con senso di responsabilità. se ne fischiano tanti. La Salernitana ha fatto molto casino in settimana per gli episodi arbitrali, ma non cerco alibi”.

I blucerchiati sono da tempo in crisi di risultati, ma il tecnico esalta i suoi singoli: “Quagliarella deve giocare queste partite, è il capitano, ha esperienza, non posso caricare queste partite addosso magari a Sabiri, che giocava in B fino a qualche mese fa. Caputo, Sensi e Quagliarella possono assumersi queste responsabilità. Quagliarella si è sbattuto tanto, ma non posso chiedergli 95 minuti. Il colpo è duro, andiamo a casa delusi, ma solo insieme prendendoci le responsabilità possiamo uscire da questo momento”.

Il tecnico di Bellinzona è subentrato a D’Aversa sulla panchina della Doria il 19 gennaio scorso. Da quel momento soltanto tre vittorie e la speranza di invertire la rotta al più presto: “Ho visto teste basse, non si riparte attraverso i messaggi puntivi, che adotti quando hai una squadra che non ha senso di responsabilità. Lunedì in allenamento dovremo riprendere e fare una analisi approfondita della partita senza scaricare il barile addosso a qualcuno. Tutti eroi o tutti colpevoli”.

Poi, sulla disamina della gara: “Il primo gol è nato da un corner, sul secondo gol eravamo disordinati difensivamente. Non c’è una spiegazione logica. La sconfitta è difficile da digerire, non ci crede nessuno a raccontare che dopo 6 minuti sei 0-2: la mazzata è stata incredibile. I nostri tifosi ci hanno comunque dato adrenalina per cercare di rimetterla a posto, ci hanno poi giustamente fischiato a fine partita. Abbiamo problemi in avanti, inutile girarci attorno: tolgo Quagliarella per mettere un trequartista. Dobbiamo convivere anche con questo tipo di problematiche. Potevamo essere più bravi a giocare palla corta perché la Salernitana nelle palle alte è forte, il gioco è stato molto spezzettato, tanti falli, giocatori sempre a terra, riprendere il gioco è difficile. È stata più una corrida che una partita di calcio e nello sporco… vince chi è più sporco. Quando perdi una partita come questa sono tante le cose che mancano. Brava la Salernitana a sfruttare due episodi, poi ha giocato sul velluto e sulle sue caratteristiche, squadra fisica con qualche buona ripartenza, bravo Djuric a tenere palla, è una buona valvola di sfogo e di uscita. Sul piano tattico la Salernitana è stata agevolata. Crede nella salvezza e fa bene”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News