Connect with us

News

Domizzi sconsolato: “È stato un suicidio. Prodezza di Gondo, poi nostra miglior prova”

Per Maurizio Domizzi “è stato un suicidio”. L’azione costata il rigore a tempo scaduto non è andata giù all’ex difensore, oggi trainer del Pordenone, che in sala stampa ha espresso tutto il suo rammarico nelle dichiarazioni post ko contro la Salernitana.

“Difficile commentare una sconfitta così, con un po’ di lucidità devo dire che, da quando sono io allenatore, è stata la prestazione migliore che abbiamo fornito, tenendo conto del valore dell’avversario che avevamo di fronte: una squadra forte, di valore, che a questo punto andrà in Serie A quasi sicuramente. – ha detto Domizzi – Abbiamo giocato bene tecnicamente e tatticamente, creando occasioni da gol, reagendo allo svantaggio, poi pareggiando e sfiorando il 2-1. Fatta eccezione per la prodezza di Gondo e il rigore alla fine, faccio fatica a trovare altre occasioni subite e situazioni in cui la Salernitana era stata pericolosa nella nostra area. Sul primo gol va dato merito al gesto tecnico importante di Gondo, perché una volta defilato nessuno poteva pensare che potesse far gol da lì. Sul rigore invece è stato un suicidio, obiettivamente, non tanto e non solo nel singolo. Credo sia inutile rimarcare l’errore che ha fatto Barison: mancavano 30 secondi, c’era un posizionamento sbagliato. C’è stata mancanza di percezione che la partita fosse finita e che il momento era fondamentale. Dispiace ma non c’è tempo di sottolineare gli errori, dobbiamo pensare al Venezia consapevoli che abbiamo gli scontri diretti a favore con l’Ascoli e vincendo due partite saremmo salvi. Andremo al Penzo per prenderci quel che abbiamo perso oggi. Al di là della retorica, non posso non essere fiducioso dopo la prestazione vista oggi. Dobbiamo crederci ancora di più. Diventa più difficile, ma avendo anche i 6 punti di vantaggio sul Cosenza, che sfideremo in casa all’ultima giornata, sarei stato più preoccupato a questo punto del campionato dopo altri tipi di prestazione”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News