Connect with us

News

Domani chiude il mercato: esuberi da piazzare per tentare due colpi in entrata

Nel primo giorno di febbraio si intrecceranno campo e mercato. Alle 20 ci sarà il gong delle trattative all’hotel Sheraton Milano San Siro, alle 21 il fischio d’inizio di Reggina-Salernitana. Il dg del cavalluccio Angelo Fabiani sarà al seguito della squadra, tra le stanze del mercato si muoverà il suo collaboratore Alberto Bianchi, con il quale ci saranno continui contatti telefonici.

Dopo quelle di Karo (andato ai portoghesi del Maritimo, via Lazio) e di Antonucci (rientrato alla Roma, potrebbe andare a Bari), ci sarà da lavorare su altre uscite. In primisi quelle dei due portieri Micai e Guerrieri. Le richieste però latitano e la possibilità che entrambi restino e vadano fuori lista a fine stagione c’è. Anche Veseli e Giannetti sono in predicato di partire. Per quanto riguarda il difensore, Castori ne apprezza la duttilità, ma alcune prestazioni non sono piaciute. L’albanese, al contempo, reclama più spazio. La Salernitana spera ancora di poter arrivare al difensore del Torino Buongiorno (difficile). In ogni caso, se arrivasse un contender di Mantovani, allora Veseli potrebbe salutare. Fabrizio Castori stima anche Niccolò Giannetti, anche se gradirebbe qualche gol in più. Se si presentasse l’opportunità, la dirigenza lo lascerebbe partire, il lauto ingaggio dell’ex Livorno (oltre 350mila euro l’anno) complica però le cose. L’addio di Giannetti darebbe la chance per l’assalto a Stefano Pettinari. La punta è in uscita dal Lecce, a causa dello scarso impiego, e il suo contratto scade a giugno. L’ex Trapani però chiede 500mila euro a stagione di ingaggio, cifra improponibile per chiunque. Anche il Pordenone osserva la situazione.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News