Connect with us

News

Djuric, il migliore d’Europa in… volo. Appuntamento a fine mese per il rinnovo

La testa di Milan Djuric non vale meno del sinistro di Messi o del destro di De Bruyne. Il centravanti della Salernitana nel gioco aereo è il migliore d’Europa, statistiche alla mano: è il calciatore che vince più duelli aerei della Serie A e non solo, oltre naturalmente ad essere il calciatore che usando la testa conclude di più verso lo specchio della porta.

I numeri

Con una media di dieci e mezzo per novanta minuti, il bosniaco vince più contrasti ad alta quota di quanti non ne ingaggi nessun altro tranne Pavoletti in Italia. L’attaccante del Cagliari però ne vince meno di 8, con Morten Thorsby che chiude il podio. Neanche spostandosi all’estero, nei cinque maggiori campionati europei, c’è qualcuno che può competere con Djuric. In Premier League il migliore è Chris Wood del Burnley, che vince 7 duelli a partita, in Liga c’è Joselu dell’Alaves, che supera gli 8, così come Steve Mounié del Brest in Ligue 1 e Kevin Behrens dell’Union Berlino in Bundesliga. Avere una caratteristica del genere a propria disposizione è un’arma fondamentale per la Salernitana, che può mantenere il controllo sulla palla anche quando non dovrebbe, ovvero quando è costretta ad alzarla da terra e ciò non accade di rado. Ne approfitta anzi, essendo la squadra del campionato italiano con la più alta percentuale di palle lunghe, anche se non quella con il maggior numero di lanci effettuati.

Rinnovo in stand by

Per continuare a puntare sul dominio delle tratte aeree, la società dovrà rinnovargli il contratto in scadenza il 30 giugno. Le volontà delle due parti comunque coincidono anche se non c’è ancora l’intesa: l’appuntamento per discuterne in maniera definitiva sarà fissato a stagione finita. C’è totale fiducia su entrambi i fronti, con il procuratore del giocatore ed il direttore sportivo – quasi omonimi, c’è una B in più tra Vittorio Sabbatini e Walter Sabatini – che hanno già avuto ripetuti contatti. Sembra si stia ragionando sulla base di un triennale per il gigante 32enne che ormai a Salerno è di casa e benvoluto da tutti. Le ripetute standing ovation quando, stremato, abbandona il campo, ne sono testimonianza. Djuric è a Salerno dall’estate 2018 e ha tutta l’intenzione di diventare ancor più una bandiera del cavalluccio.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News