Connect with us

News

Differenziato per Cerci alla ripresa ‘collettiva’: l’ex Toro più penalizzato dal lockdown

La Serie B aspetta con ansia di riaccendere i motori, dopo tanta incertezza il 20 giugno sarà di nuovo (finalmente) calcio giocato. L’emergenza Covid-19 ha frenato una Salernitana che navigava, nonostante l’ultimo ko in quel di Perugia (1-0 il 7 marzo al Curi), in piena zona playoff, al settimo posto con 42 punti. I granata avevano trovato una discreta continuità, Ventura aveva iniziato a beneficiare anche di una certa abbondanza di uomini. Nelle ultime partite prima del lockdown si era visto a tutti gli effetti in campo, dopo tanta attesa, Alessio Cerci.

L’ex Atletico Madrid, arrivato a Salerno precisamente il 7 agosto del 2019, ha dovuto fronteggiare varie difficoltà, a causa di un ritardo di condizione dopo il lungo periodo di inattività patito in Turchia. Dopo l’esordio nel derby della terza giornata contro il Benevento (16 settembre 2019) il numero sette ha intrapreso un lungo e tortuoso percorso di recupero, tra qualche fugace apparizione e senza scendere in campo per sedici partite di fila da ottobre a febbraio. Le critiche e i mugugni della piazza e degli addetti ai lavori non sono mancati, con Ventura sempre a fare da scudo. Ad inizio anno poi sembrava si fosse arrivati alla rottura definitiva con la società, dopo che Cerci aveva postato su Instagram un referto medico. La Salernitana si era appellata al Collegio Arbitrale di Lega B per sanzionare il calciatore, si prospettava anche una possibile rescissione, alla fine però pace fatta. Tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo il punto di svolta. Il 29 febbraio infatti l’esterno romano subentra allo Stirpe di Frosinone nei dieci minuti finali, mostrando buoni spunti e una certa vitalità. Tre giorni dopo arriva l’esordio stagionale da titolare in casa contro il Venezia. Settantacinque minuti in campo fatti di accelerazioni, giocate e con l’assist a Karo per il raddoppio. Nell’ultimo impegno ufficiale a Perugia Ventura (complice anche l’emergenza offensiva) lo lancia ancora dal primo minuto, Cerci però mostra un calo fisiologico, dato l’impiego ravvicinato dopo tanta naftalina. Insomma il Coronavirus ha tarpato le ali all’ex Torino che sembrava finalmente essersi rilanciato. Il lungo stop influirà ovviamente sulla tenuta atletica al ritorno in campo, nonostante Cerci abbia provato comunque ad allenarsi, al massimo delle possibilità, durante il lockdown. Da casa poi il giocatore, tramite social, è riuscito anche a ricucire il rapporto con i tifosi, con messaggi d’amore verso la città.

Il classe ’87 si è allenato a parte oggi al Mary Rosy, possibile che lo staff abbia scelto un programma personalizzato per permettergli di tornare quanto prima al pari con i compagni. L’ex Fiorentina è apparso carico e sorridente, non sarà ovviamente facile ritrovare la forma, soprattutto per un giocatore come lui che fa dell’esplosività e della rapidità uno dei punti di forza. L’obiettivo è essere a disposizione per il restart del 20 giugno contro il Pisa (sua ex squadra nella stagione 2007/08 proprio con Ventura allenatore), una data che però non evoca bei ricordi a Cerci. Il 20 giugno di sei anni fa infatti l’esterno scendeva in campo contro il Costa Rica, con la maglia della Nazionale, a Recife nella seconda gara del girone D degli sfortunati mondiali brasiliani. Prandelli lo inserì nei venti minuti finali per provare a ribaltare il risultato senza però riuscirci (fini 0-1). Fu quella l’ultima apparizione estiva dell’attaccante.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News