Connect with us

News

Difesa granata, cosa cambia con l’innesto di Perticone: esperienza e duttilità al servizio del reparto

Con l’ingaggio di Romano Perticone, calciatore svincolatosi dal Cesena dopo la mancata iscrizione dei romagnoli al campionato cadetto, la Salernitana piazza un bel colpo a vantaggio della sua retroguardia, ampliando il roster di difensori centrali dal quale Colantuono attingerà di volta in volta per schierare la difesa a tre del 3-5-2 che intende utilizzare in questa stagione. Profilo interessante è quello dell’ex cesenate, elemento non più giovanissimo ormai (32 anni da compiere il 13 agosto) ma ancora arcigno marcatore di sicuro affidamento (centrale di destra in un pacchetto difensivo a tre), il quale potrà essere impiegato anche in una difesa a quattro, sia nei panni di vigoroso centrale che in quelli di esterno di destra sostanzialmente bloccato. Innesto importante perché conferisce personalità, fisicità e cattiveria agonistica alla fase difensiva granata. Inoltre, altro aspetto significativo è rappresentato dal fatto che Perticone riesce a regalare alle sue prestazioni anche una discreta dose di rapidità e velocità.
Per quanto riguarda il percorso professionale, i numeri parlano a favore del neo granata: 27 gare in serie A, altre 277 nel campionato cadetto, a cui vanno aggiunte anche 50 presenze nei tornei di terza serie; il tutto impreziosito da 8 gol. Quest’ultimi sono dati che testimoniano anche una certa pericolosità offensiva sulle palle inattive. Tante le piazze importanti che lo hanno visto protagonista (Verona, Cremonese, Livorno, Cesena, Empoli, Novara, Modena e Trapani), dopo il lancio in massima serie grazie al Milan allenato da Carlo Ancelotti (stagione 2004-2005). Carriera che, forse, avrebbe potuto riservargli qualche soddisfazione in più nel maggiore campionato italiano ma che non sarà accompagnata da particolari rimpianti a Salerno. Dove Perticone, sorretto dalla professionalità che lo accompagna da sempre, spera di regalarsi una nuova gratificazione calcistica.

Sono sette le volte in cui i destini di Romano Perticone e della Salernitana si sono incrociati. Lo stopper classe ’86 di origini lombarde, ora di proprietà dei granata, li ha affrontati diverse volte nel corso delle precedenti stagioni. La prima volta nel lontano 2006, al primo della gestione Lombardi. Allora Perticone vestiva la maglia del Pizzighettone che alla trentunesima giornata superò di misura Ferraro e soci con un gol di Campolonghi. Due anni dopo, Perticone e la Salernitana si incrociarono nuovamente, ma in Serie B con lo stopper di Melzo in forza al Livorno. All’andata in terra toscana gli amaranto si imposero col perentorio risultato di 3-0 con le segnature di Tavano, Candreva e Diamanti. Quasi stesso risultato nel girone di ritorno con la squadra di Acori che espugnò un Arechi gremito con i gol di Miglionico e ancora Tavano nei minuti finali di una partita cruciale per la salvezza della Salernitana.

Poi passano sei anni e Perticone affronta nuovamente la compagine granata, questa volta con la maglia del Trapani. I siculi, all’Arechi, battono per 1-0 la truppa di Torrente con un gol del salernitano Citro ed un errore dal dischetto di Denilson Gabionetta.  L’anno successivo Pericone gioca per il Cesena che sia all’andata che al ritorno divide la posta in palio con i granata. Nell’ultima stagione invece il difensore lombardo ha saltato la gara di ritorno mentre all’andata è riuscito a mantenere immacolata la casella delle sconfitte contro la Salernitana conquistando un punto nel roboante 3-3 dell’Orogel Stadium “Dino Manuzzi”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News