Connect with us

News

Dall’Empoli al Sassuolo: dieci mesi dopo Dionisi torna all’Arechi

Quasi un anno dopo Alessio Dionisi torna all’Arechi da avversario. Non con lo stesso stemma cucito sul petto, non con le stesse prospettive. Era il 7 maggio 2021, quando la Salernitana di Castori affrontò l’Empoli capilista e già promosso in massima serie, per il match valevole come 37^ giornata del torneo di B. I granata erano secondi e reduci dal blitz decisivo in casa del Pordenone. Arrivò un successo altrettanto importante, un 2-0 firmato Bogdan e Andrè Anderson che avrebbe poi fatto da prologo alla trasferta di Pescara.

Il team toscano, che all’andata aveva strapazzato i granata per 5-0, non ebbe conseguenze da quel ko, in quanto l’aritmetica promozione era già giunta dopo il 4-0 con il Cosenza di sette giorni prima. Dionisi nella settimana di avvicinamento al match di Salerno, provò a tranquillizzare la schiera di inseguitrici dei granata (su tutte il Monza) assicurando il massimo impegno all’Arechi.

Dieci mesi dopo, riecco Alessio Dionisi a Salerno. Gli eventi calcistici sembrano però essere relativi ad un periodo di tempo più lungo: il tecnico di Abbadia San Salvatore ha lasciato l’Empoli dopo averlo portato in massima serie e lo ha fatto al termine di una querelle mediatica con patron Corsi, scegliendo di sposare la causa Sassuolo per raccogliere l’eredità di Roberto De Zerbi, volato nel frattempo a Donetsk. A Salerno la rivoluzione ha avuto proporzioni ancora più ampie: nuova società, nuovo allenatore (dopo l’intermezzo Colantuono) e un cammino in massima serie che – come prevedibile – è più complesso di quello del Sassuolo, realtà ormai consolidata del calcio italiano.

Un’altra differenza, però, rispetto a quel Salernitana-Empoli, sarà un’arma che la Salernitana dovrà assolutamente sfruttare a proprio vantaggio: la presenza del pubblico sugli spalti. Senza il Covid, una gara così importante nella corsa promozione avrebbe fatto registrare il sold-out. Lo stesso che ci si attende sabato per spingere i ragazzi di Nicola a gettare il cuore oltre l’ostacolo neroverde. Ecco il tabellino del fresco precedente di Dionisi a Salerno.

SALERNITANA-EMPOLI 2-0

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Bogdan, Gyombér, Veseli (1′ st Mantovani); Casasola, Coulibaly (34′ st Schiavone), Di Tacchio, Capezzi, Jaroszynski (22′ st Kupisz); Tutino (18′ st Djuric), Gondo (35′ st Anderson). A disp: Adamonis, Sy, Cicerelli, Aya, Boultam, Kristoffersen, Durmisi. All: Castori (in panchina Bocchini)

EMPOLI (4-3-1-2): Brignoli; Fiamozzi (21′ st Cambiaso), Casale, Viti, Terzic; Ricci (28′ st Bajrami), Damiani, Bandinelli (11′ st Zurkowski)); Crociata (11′ st Matos); Moreo, Mancuso (11′ st Olivieri). A disp: Furlan, Stulac, Romagnoli, La Mantia, Pirrello, Haas, Parisi All: Dionisi

Arbitro: Fabbri di Ravenna (Di Iorio/Bottegoni) IV uomo: Volpi di Arezzo

Note: Marcatori: 32′ Bogdan, 48′ st Anderson; Angoli: 2-8; Ammoniti: Coulibaly (S), Belec (S), Bajrami (E)

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News