Connect with us

News

D’Alessandro ex medico granata, ora al Chievo: “Virus? Il calcio non è isola felice…”

Sara match amarcord quello di domani per Andrea d’Alessandro, fino allo scorso maggio responsabile medico della Salernitana, ora responsabile sanitario al Chievo. Divergenza di vedute con la società alla base del suo addio: “Non ho rancore con nessuno. Mi sono lasciato bene con i calciatori, con il direttore sportivo. La correttezza e il rispetto prevalgono su tutto, sempre – dice il medico sulle colonne de Il Mattino – Ho una mia etica: rispetto tutti, anche chi non si è comportato in modo ortodosso nei miei confronti”. In casa gialloblù è stato un pre campionato difficile, con amichevoli rinviate causa Covid e la positività del team manager Sardo: “Siamo stati sempre negativi al Coronavirus fino alla fine dello scorso campionato, fino alla partita dei playoff con lo Spezia, giocata l’11 agosto. Abbiamo ripreso l’attività il 26 agosto e tutti erano di nuovo negativi. Dopo le difficoltà d’inizio settembre e l’isolamento precauzionale, la sopraggiunta positività di un nostro tesserato prima della partita con il Pescara ci ha un po’ sorpreso, ma l’abbiamo gestita secondo protocollo, comunicando all’Asl l’identità del calciatore, che risultava asintomatico. Procediamo con i tamponi ogni 48 ore per la squadra ed il test sierologico è anticipato ogni 10 giorni, anziché ogni 14. Il giorno della partita, spazio al test rapido. Accadrà anche in occasione della partita con la Salernitana”.

Il Covid è diventato un nemico quotidiano anche nel mondo del calcio, ultimamente abbastanza colpito dal virus: “A fronte di quello che sta accadendo, è facile dire ‘lo avevamo previsto’. Il calcio non è immune, non è isola felice. Precisiamo che i tamponi sono a carico delle società di calcio, dunque non incidono sulle casse pubbliche. Continuiamo a vivere con grande serenità queste ore di isolamento del gruppo squadra dal contesto esterno. Siamo sani ma non è opportuno fare troppe adunanze e chiacchiericci: ecco che cosa consigliamo ai nostri calciatori. Attendiamo il secondo giro di tamponi: se oggi il ragazzo che era risultato positivo sarà di nuovo negativo, potremo usciremo totalmente dalla quarantena che stiamo svolgendo a Veronello, un centro sportivo che ci permette di isolarci e di usufruire ciascuno della propria stanza, dotato di numerosi campi di allenamento, funzionali al distanziamento che impone il protocollo”. D’Alessandro ritroverà Fabrizio Castori, dopo l’ultima esperienza condivisa a Salerno durante la gestione Lombardi: “Ho avuto il piacere di lavorare con lui quando era allenatore della Salernitana, durante la gestione Lombardi. L’ho già ritrovato in occasione di Chievo-Trapani, nelle battute finali della passata stagione. È una persona perbene, leale, un bravo professionista che stimo molto”. In queste ora si discute molto in merito alla decisione, in massima serie tenendo conto delle indicazioni Uefa, di non rinviare un match se una squadra, colpita dal virus, dispone di almeno tredici calciatori, compreso il portiere. Sulla cadetteria però ancora alcuna indicazione in merito: “La salute deve avere la precedenza sullo spettacolo. La positività multipla nel Genoa è un episodio limite ma deve far riflettere. Il calcio è uno sport popolare, molto seguito: se una squadra è molto in difficoltà e dispone di un numero risicato di giocatori per cause di forza maggiore, a mio avviso va attesa. Il virus non retrocede, è in mezzo a noi, fa parte ormai della nostra vita quotidiana. L’unica ‘arma’ che abbiamo a disposizione è il tampone, insieme al test sierologico”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News