Connect with us

News

Coronavirus, da Lopez a Dolce: il grande cuore degli sportivi salernitani di nascita e di “adozione”

Il mondo dello sport si mobilita per la grande battaglia contro il Coronavirus. Sono ormai decine gli atleti della Salernitana che in questi giorni hanno mostrato la propria vicinanza alle strutture ospedaliere del territorio e alle tante famiglie in difficoltà. Tra i più sensibili alla causa il terzino uruguaiano Walter Lopez: il sudamericano ha risposto presente alla chiamata dei tanti ragazzi del centro storico che in queste ore si sono mobilitati in favore dei senzatetto e delle famiglie che versano situazioni di disagio economico. Il difensore ha donato 4 magliette (l’asta è partita oggi alle ore 13 e terminerà il 4 aprile alle 21) e 100 pacchi di pasta che i ragazzi del quartiere più antico della città doneranno ai più bisognosi. Ramzi Aya, prelevato a gennaio dal Pisa, ha messo in vendita già alcune divise ed in queste ore ha provveduto a mettere all’asta, tramite l’associazione no-profit Live Onlus, la propria maglietta per raccogliere fondi destinati all’acquisto di macchinari per la terapia intensiva. Il numero uno granata Alessandro Micai ha invece provveduto a tre diverse donazioni per le regioni alle quali è più legato: tra queste figura la Campania, terra che ha adottato il pipelet granata negli ultimi 2 anni trascorsi all’ombra dell’Arechi. L’ex granata Sembroni invece, oggi tesserato per gli americani del NY Cosmos, ha messo all’asta la divisa del club di Rocco Comisso. La prima offerta per la maglietta del classe ’88 è arrivata dall’amico Ciro Casella, salernitano titolare del San Matteo Pizza Espresso NYC grande tifoso della Salernitana. Attenderà il termine della quarantena invece Thomas Heurtaux: il francese, attraveso il proprio canale Instagram, donerà la sua prima maglia da titolare ad un tifoso pescato a sorte tra quelli che hanno commentato il suo post. Migliorini e Di Tacchio sostengono invece la grande asta che coinvolge lo storico capitano irpino, oggi alla Casertana (ma salernitano d’origine) Angelo D’Angelo, il quale ha deciso di mettere in palio diversi cimeli scambiati durante la propria carriera: i fondi raccolti saranno destinati alle strutture ospedaliere campane San Luca di Vallo Della Lucania, Moscati di Avellino e Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. Ai box per un lungo stop, Valerio Mantovani ha raccolto l’invito di Francesco Orlando che a sua volta, attraverso la pagina chefaticalavitadabomber, promuove la donazione verso l’ospedale di Biella per l’acquisto di attrezzature mediche da destinare ai reparti di terapia intensiva e subintensiva della struttura ospedaliera piemontese. Milan Djuric, cresciuto calcisticamente nelle fila della primavera del Vis Pesaro dal 1998 al 2005, ha invece promosso la campagna di raccolta fondi dell’ospedale di San Salvatore del comune marchigiano. Mondo del calcio ma non solo: anche la pallanuoto salernitana, da ormai diversi anni ai vertici del panorama nazionale ha fatto sentire la proprio sostegno. Vincenzo Dolce, colonna del Settebello di Campagna campione del mondo in Corea del Sud lo scorso anno, attraverso la fondazione Tosi ha messo all’asta la calottina numero 12 indossata in occasione della finale contro la Spagna, vinta dalla compagine azzurra per 10 a 5. A sostegno dell’associazione Tosi anche il tecnico Matteo Citro, allenatore della Rari Nantes, che invita alla donazione attraverso la fondazione. Il capitano giallorosso Scotti Galletta invece ha messo all’asta la storica calottina indossata nel play-off contro Latina, valso l’approdo nel massimo campionato pallanuotistico.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News