Connect with us

News

Coppa Italia: avanzano sei cadette, impresa Empoli al Vigorito

Cosenza, Brescia, Empoli, Entella, Spal e Monza sono le squadre del campionato cadetto ad avanzare ai sedicesimi di Tim Cup: nel terzo turno della manifestazione tricolore sono state decretati i club che prenderanno parte alla prossima tornata di Coppa Italia (in programma il 25 novembre).

La Salernitana di Fabrizio Castori è stata eliminata nella giornata di ieri dalla Sampdoria al Ferraris per 1 a 0 (decisiva la rete in contropiede di La Gumina). Positiva la prova di Valerio Mantovani: il giocatore, lontano dal campo dallo spareggio play-out contro il Venezia, è apparso subito in condizione, disputando 73′ di gara prima del cambio con Milan Djuric: l’ex Torino rappresenterà una freccia in più nella faretra del tecnico granata in vista dei prossimi impegni di campionato.

Fuori dai giochi la Reggiana di mister Massimiliano Alvini (fermata dal giudice sportivo per la presenza sul rettangolo verde dello squalificato Augustus Kargbo in occasione del secondo turno eliminatorio, vinto dagli emiliani ai rigori contro il Monopoli) il Cosenza ha sfidato la formazione pugliese vincendo con il risultato di 2 a 1: decisiva la rete di Kone, che ha spostato gli equilibri in favore dell’undici di Occhiuzzi dopo le reti di Petrucci e l’autogol di Idda.

Si decide tutto nella ripresa tra Benevento ed Empoli: ospiti avanti con la rete di Olivieri (lanciato da Bajrami) e risposta sannita con l’evergreen Maggio. A trenta minuti dal triplice fischio sale in cattedra uno scatenato Leonardo Mancuso: l’attaccante toscano realizza una tripletta all’incolpevole Manfredini (preferito a Montipò) mandando agli archivi la gara con un netto 4-2. Inutile, sponda giallorossa, la rete di Moncini nel finale (a referto anche l’espulsione di Schiattarella e il giallo comminato all’ex granata Tuia).

Bene anche la Spal sul difficile terreno del Crotone: dopo lo 0 a 0 dei minuti regolamentari, sblocca la gara Cigarini dagli undici metri. Gli estensi però tengono bene il campo e gli sforzi in fase d’attacco vengono premiati: cinque minuti dopo è Seck a riequilibrare le sorti dell’incontro. Ai rigori la formazione di Marino raccoglie il massimo risultato (decisivo l’errore di Cigarini). Ai sedicesimi la Spal affronterà il Monza, che ieri ha avuto ragione del Pordenone dagli undici metri.

Il Brescia sbriga facilmente la pratica Perugia. Al Rigamonti gara senza storia, con gli ospiti quasi mai insidiosi dalle parti di Kotnik. Rondinelle avanti con Bisoli, prima della rete su calcio di rigore di Ayé. Nella ripresa è ancora monologo Brescia, con la rete al 70′ di Mangraviti che manda in ghiaccio la sfida.

L’altra cadetta, l’Entella, ha superato nella giornata di ieri il Pisa per 3-1: a segno Mancosu, Brunori e Cardoselli, che hanno reso vano l’unico centro di marca nerazzurro a firma dell’ex granata Simone Palombi.

Sfiora invece l’impresa il Venezia di Riccardo Bocalon nel derby veneto contro il Verona. Al Bentegodi gara in equilibrio fino al gol di Ilic, che manda le squadre al riposo sull’1-0. Nella ripresa il gol di Salcedo lascia pensare che la gara possa risolversi facilmente in favore degli scaligeri: non la pensano così Johnsen e Capello, i quali rimandano la sfida all’extratime. Nei supplementari il gol di Modolo farebbe gridare all’impresa i lagunari, rispediti sulla terra subito dopo dal sigillo di Vieira. Ai rigori fatali gli errori dal dischetto proprio dei tre autori del gol, Modolo, Johnsen e Capello, che permettono al Verona di accedere al turno successivo.

I risultati di oggi

Torino-Lecce 3-1

Cagliari-Cremonese 1-0

Cittadella-Spezia 0-2

Cosenza-Monopoli 2-1

Benevento-Empoli 2-4

Brescia-Perugia 3-0

Crotone-Spal 4-5 (d.c.r.)

Genoa-Catanzaro 2-1

Verona-Venezia 6-4 (d.c.r.)

Fiorentina-Padova 2-1

Parma-Pescara 3-1

Udinese-Vicenza 3-1

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News