Connect with us

News

Consiglio Federale (anche) su multiproprietà: Lotito si presenta ma viene respinto

Claudio Lotito messo alla porta dalla Figc. Mentre resta in attesa della vendita della Salernitana che i trustee devono completare per conto suo e di Marco Mezzaroma, Claudio Lotito fa sempre parlare di sé: ritiene di essere idoneo a partecipare al Consiglio Federale, si presenta in Federcalcio ma viene respinto. È quanto accaduto in tarda mattinata di oggi a Roma.

I fatti

L’ex co-patron granata, che non sta rilasciando dichiarazioni relative alle procedure di vendita del club campano da lui soltanto osservate dall’esterno (l’unico filo ancora che lo lega è il fatto di attendere poi i ricavi), questa mattina si è presentato in Federcalcio con l’intenzione di partecipare al Consiglio Federale, nonostante penda sul suo capo la squalifica per dodici mesi a causa della vicenda dei tamponi della Lazio risalente ormai a un anno fa. Ma è stato gentilmente invitato ad uscire e non sono mancati i momenti di tensione. Proprio qualche giorno fa, il 7 settembre (motivazioni pubblicate ieri) il Collegio di Garanzia del Coni ha accolto gran parte dei ricorsi da lui presentati e ha rimandato gli atti alla Corte d’Appelli della Figc, affinché possa riformare la sentenza.

Gravina e le multiproprietà

Una situazione borderline che ha spinto il vulcanico imprenditore a presentarsi comunque in via Allegri con l’intento di partecipare a una riunione importante, perché pochi giorni or sono il presidente Gravina, tra le altre cose, aveva annunciato di voler portare una norma definitiva contro la multiproprietà con dei dettami ben precisi per le situazioni Napoli-Bari e Verona-Mantova (clicca qui per leggere l’articolo). Ma il patron della Lazio è stato respinto.

“Situazione kafkiana”

“Siamo a un livello kafkiano – ha detto Lotito ai cronisti presenti, come riportato dall’agenzia Italpress – Gravina che mi ha detto? Mi ha detto che non potevo partecipare perché sono ancora squalificato”. Lotito dunque, prima di andar via, ha fatto mettere a verbale la seguente dichiarazione: “Il consigliere Lotito ritiene illegittimo il rifiuto di consentirgli la partecipazione al consiglio federale odierno. In quanto fin dal 7 settembre scorso, non esiste alcuna sanzione che possa impedirgli il suo diritto di esercitare le funzioni di consigliere federale. Allo stato attuale nei suoi confronti pende un mero deferimento”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News