Connect with us

News

Cerci is back: torna titolare dopo 441 giorni e regala subito un prezioso assist

cerci

A distanza di 441 giorni dall’ultima partita da titolare, Alessio Cerci è tornato. Ieri sera, con un pizzico di sorpresa e complice il forfait dell’ultim’ora di Giannetti, Ventura ha gettato nella mischia dal 1′ il suo pupillo che ha ripagato la fiducia del tecnico e della gente con una prestazione maiuscola. Cerci infatti non giocava una gara da titolare dal 18 dicembre del 2018 quando con la maglia dell’Ankaragücü scese in campo nella sfida di coppa turca contro il Bodrum Belediyesi Bodrumspor segnando anche due gol.

Particolarmente applaudito durante il riscaldamento, quando è arrivata la notizia della sua titolarità i tifosi hanno cominciato a supportarlo e a sperare: sul web e all’Arechi il commento era univoco: “Finalmente”. Ed effettivamente Cerci, dopo lo scampolo di partita a Frosinone, ha lanciato chiari segnali di ripresa. Il giocatore visto all’andata proprio in questa fase del girone sembra essere solo un lontano e brutto ricordo. Non è ancora al top della condizione ma l’ex Torino ha dato l’impressione di poter fare la differenza anche a mezzo servizio. In effetti ci è riuscito, servendo a Karo un assist al bacio per il definitivo 2-0 dopo averci provato con Gondo e soci nel primo tempo quando ha cercato anche il gol con un mancino ad incrociare respinto da Pomini.

Dopo l’assist al difensore cipriota, Ventura gli ha concesso la standing ovation dell’Arechi che ha applaudito compatto il classe ’87 che, inevitabilmente, sarà chiamato in causa anche al “Curi” vista l’impossibilità di recuperare pedine per la sfida di Perugia. Resta da capire se riuscirà o meno a scendere in campo dall’inizio ma la certezza è rappresentata dal fatto che Cerci è sulla strada giusta.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News