Connect with us

News

Castori traccia un bilancio: “Ritiro positivo, ma ora il mercato deve darci una mano”

La Salernitana fa piccoli passettini in avanti. La vittoria col Palermo a San Gregorio fa vedere i primi frutti del lavoro di Fabrizio Castori. Ovviamente manca ancora tanto sul piano tecnico e numerico. Proprio il trainer granata, in conferenza post partita, ha ricordato la necessità di avere rinforzi: “La squadra non è certamente completa, il direttore sta lavorando. Sono arrivati due calciatori, vediamo a che punto sono. Serve pazienza per altri innesti. Il direttore conosce bene la situazione e sta lavorando a tempo pieno. C’è la volonta di definire tutto subito, ma ci sono difficoltà oggettive nel mercato. Ovviamente mi auguro arrivino subito calciatori per migliorare la condizione e l’affiatamento con i compagni. Davanti servono almeno tre attaccanti, poi un altro difensore e un secondo portiere, qualcosa arriverà. Ho fatto delle richieste al direttore, ma non è facile arrivare a quello che vogliamo. Servono calciatori funzionali”. Gli ultimi arrivati sono Wajdi Kechrida e Lassana Coulibaly, presenti oggi a San Gregorio Magno. I due calciatori si sono allenati a parte nel pre partita, ma non sono scesi in campo contro il Palermo. Castori parla anche degli altri nuovi: “Di Kechrida e Coulibaly ho visto solo i video, se li abbiamo presi siamo convinti possano darci una mano, ma hanno bisogno di tempo per adattarsi e trovare la condizione giusta. Devono anche imparare la lingua e devono capire il nostro modo di giocare. Non tutti i calciatori sono sullo stesso piano ed è difficile dare giudizi. Ci sono calciatori che hanno bisogno di più tempo per entrare in condizione, data la struttura fisica. Zortea e Ruggeri sono due ragazzi che ho richiesto personalmente. Sono giovani e poi vengono dall’Atalanta che ha una filosofia di gioco e lavoro simile alla nostra, ci possono dare una grande mano, spero che Salerno sia un trampolino di lancio per loro”.

Castori traccia anche un bilancio del ritiro, con annesse amichevoli: “In ritiro nessuno si è infortunato e questo è certamente positivo. Alcuni dopo l’inattività devono ritrovare condizione, c’è stato giusto qualche acciacco. Non abbiamo schierato alcuni calciatori con la Fermana e ciò ci ha permesso di schierarli oggi. Possiamo riprendere tra due giorni con tranquillità senza interruzioni. Per Veseli è stato uno scontro in partita, per fortuna non ci sono stati infortuni muscolari e ciò mi rasserena. Non trovo alibi, ma cerco soluzioni ai problemi. Per quanto riguarda l’amichevole troveremo una squadra o cambieremo metodo di lavoro. Le amichevoli le giudico con il beneficio dell’inventario, le mie squadre hanno spesso fatto fatica anche quando ho vinto i campionati. Il mio lavoro è proiettato ad un medio lungo termine. Il calcio d’agosto è poco veritiero. Il Palermo è certamente una buona squadra, ci sono Odjer e Luperini che ho allenato, conosco Floriano, Lancini e Crivello. Fella è un giocatore di categoria e un ottimo acquisto”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News