Connect with us

News

Calcio, call interlocutoria con Spadafora: “Disposizioni nei prossimi giorni”. Serve ok ministero salute

Si è concluso un’ora fa l’incontro tra il mondo del calcio professionistico e il Governo per discutere sulla possibile ripresa delle attività. Un incontro interlocutorio, ovviamente in videoconferenza, che è durato un paio d’ore. Da un lato il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, dall’altro le varie componenti della FIGC, tra cui anche Mauro Balata che nel pomeriggio riferirà sempre in call conference ai presidenti di Lega B nella loro riuinione.

Il sistema calcio ha portato all’attenzione del ministro il protocollo elaborato dalla commissione medico-scientifica della Federazione. Nei prossimi giorni, prima di dare risposte definitive, Spadafora dovrà confrontarsi con il ministro della salute, Speranza. “Ringrazio tutti i partecipanti alla riunione: ho ascoltato con grande attenzione le diverse posizioni emerse e nei prossimi giorni, dopo un confronto con il Ministro della Salute e il Comitato tecnico scientifico, emaneremo le disposizioni aggiornate in merito alla possibilità e alle modalità per una ripartenza degli allenamenti”, le parole di Spadafora.

Oltre al già citato Balata e ai suoi colleghi Dal Pino e Ghirelli per Serie A e C, alla videoconferenza hanno partecipato ovviamente Gabriele Gravina e Marco Brunelli, rispettivamente presidente e segretario della Figc. C’era anche il vicepresidente Cosimo Sibilia. Presenti anche i rappresentanti di allenatori e calciatori, Renzo Ulivieri e Damiano Tommasi, degli arbitri (Marcello Nicchi) e dei medici sportivi con Maurizio Casasco (presidente Federazione Medico Sportiva), Paolo Zeppilli (presidente Commissione Medico Scientifica FIGC) e l’esperto Francesco Vaia.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News