Connect with us

News

Calabro sta con Colantuono: “In Italia paga sempre l’allenatore. Carpi squadra tosta”

Sulla panchina del Carpi nella passata stagione, Nicola Antonio Calabro si schiera dalla parte di Stefano Colantuono e degli allenatori italiani. Intervenuto ai microfoni di Radio Alfa, il tecnico nativo di Galatina ha analizzato la situazione del collega granata, finito sul banco degli imputati dopo la sconfitta col Brescia: “Essere in discussione fa parte del nostro mestiere e della politica del calcio italiano. Penso però che i risultati si raggiungono con delle basi importanti, a partire dalla società e passando per tifosi, stampa e giocatori. Se si vince tutte le componenti s’assumono i meriti, quando si perde paga sempre l’allenatore ma quest’ottica in Italia dovrebbe cambiare”. Colantuono avrà la possibilità di riscattarsi con una vittoria al “Cabassi” domenica prossima: “Le due squadre possono mettersi in difficoltà a vicenda, il Carpi ha i suoi mezzi come ogni stagione anche se non è partito benissimo ma è una squadra mai facile da affrontare. La Salernitana è una formazione forte con una buona organizzazione tattica, la partita col Brescia avrà segnato l’umore e i granata a Carpi vorranno rifarsi”.

Si avvicina gennaio e di conseguenza il mercato invernale. Molti tifosi sperano in qualche rinforzo di spessore: “Quasi tutte le squadre si equivalgono, sono i dettagli a fare la differenza. Se fossi allenatore della Salernitana vorrei un attaccante come Bocalon, un altro come Jallow ed ancora uno come Rosina. Bisogna valutare con attenzione cosa manca a questa squadra per fare il salto di qualità ma si tratta sempre di piccoli dettagli, poi c’è da capire quali sono le ambizioni della società”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News