Connect with us

News

Cala il sipario sullo Stirpe: i tifosi del cavalluccio sono attori e registi, con qualche tensione di troppo

Nessuno mette i tifosi granata “in un angolo”. Al Benito Stirpe di Frosinone, gli ultras del cavalluccio marino fanno sentire la propria voce dal primo al novantesimo minuto, senza mai abbandonare la squadra. Una Salernitana combattiva, che questa sera in terra “nemica” ha potuto contare davvero sul dodicesimo uomo in campo. Una trasferta che – nonostante il pericolo Coronavirus, che tiene col fiato sospeso l’Italia intera – ha visto protagonisti i circa 500 tifosi presenti a Frosinone (trasferta consentita solo ai possessori di tessera del tifoso), al netto degli 11523 tra i totali che hanno occupato gli spalti. Un intervallo con gli animi abbastanza accesi, quello che si è registrato tra i tifosi ospiti e i locali, con qualche tensione di troppo che ha costretto gli steward e il servizio d’ordine a creare un vero e proprio cordone “cuscinetto” lungo la linea che divide gli spalti, per evitare scontri ed ulteriori battibecchi. Dal secondo tempo, il gol del Frosinone, gela letteralmente la torcida granata, che però non si fa “intimorire” e continua a sostenere i giocatori di mister Ventura, che non riescono nell’impresa.

Alla fine, un timido saluto da parte della squadra, riaccende il sostegno degli ultras, che non mollano la “maglia”. Gli stessi giocatori che – nonostante tutto – lasciano il rettangolo verde tra gli applausi. Cala così il sipario di uno spettacolo che – come sempre – ha visto protagonisti e registi allo stesso tempo, i tifosi che hanno macinato chilometri in un sabato sera, che rimane freddo per i colori granata. Testa alla prossima, in casa Arechi, quando già martedì sera gli ultras apporranno la firma sul registro delle presenze.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News