Connect with us

News

Bilancio Lazio in perdita: 10Mln alla Salernitana. Novella vale più di Dziczek

I numeri tra Lazio e Salernitana, che si traducono in dieci milioni di euro. Tra questi spicca l’acquisto di Mattia Novella, passato dall’ippocampo alle aquile per ben 3 milioni di euro. L’asse tra le due squadre del patron Claudio Lotito si “accende” proprio attraverso i dati del bilancio ufficiale della squadra biancoceleste, che quest’anno vede una perdita consistente, ma anche valutazioni top per i baby (ex) granata passati da una casa all’altra. Dal riepilogo contabile biancoceleste al 30 giugno 2020, infatti, emergono i valori di mercato con cui sono stati messi a bilancio i calciatori che Lotito ha prelevato da altre società per poi girare a Salerno oppure quelli dei baby granata che hanno fatto il percorso inverso.

Il bilancio della Lazio è in passivo di oltre 15 milioni di euro, con l’emergenza sanitaria che ha prodotto un azzeramento degli incassi da botteghino ed una serie di costi aggiuntivi comuni a tutte le società e dettagliate nelle note esplicative.

Anche quest’anno, l’US Salernitana rientra tra le parti correlate della SS Lazio, al pari della Lazio Women (la squadra femminile), la S.S. Lazio Marketing & Communication S.p.A., la Linda (la storica società di pulizie e sanificazione ambienti di Claudio Lotito), la Gasoltermica Laurentina, la Roma Union Security (servizi di vigilanza), la Omnia Service (gestione del ritiro di Formello), la Snam Lazio e la Bona Dea. Tra queste società, la Salernitana fa la parte del leone in quanto a costi. Come recita il Rendiconto Finanziario del bilancio, infatti, la SS Lazio ha sostenuto tra 1 luglio 2019 e 30 giugno 2020, costi per  Euro 10,10 milioni “per premi di valorizzazione ed acquisto di diritti alle prestazioni sportive di calciatori nell’ambito di questo asse con Salerno”.

La cifra è considerevole se confrontata a quella degli ultimi bilanci biancocelesti, giustificata numericamente dai trasferimenti diretti di quattro calciatori della US Salernitana che la SS Lazio ha acquistato: Tiago Casasola, Mattia Novella, Andrea Marino e Biagio Morrone.

Nelle note esplicative del Conto Economico, viene poi dettagliato il dato numerico rappresentato dalla US Salernitana: “un costo di Euro 4,24 milioni, con investimenti per 7,10 milioni, credito per Euro 0,42 milioni e debito di Euro 0,54 milioni per premi di valorizzazione, acquisto di diritti alle prestazioni sportive di calciatori e l’utilizzo di diritti commerciali e pubblicitari nell’obiettivo anche dell’impiego e valorizzazione del proprio patrimonio sportivo soprattutto del settore giovanile”.

Interessante è il riepilogo delle operazioni di mercato della Lazio, visto che accanto ai nomi di elementi della rosa di Simone Inzaghi, si leggono quelli di calciatori prelevati da società terzi e poi girati in prestito alla Salernitana. E’ il caso di Patrick Dziczek, acquistato dai polacchi del Gliwicki per 2 milioni di euro nel 2019 ed il cui valore (al netto della quota di ammortamento) al 30/06/2020 è di 1,66 milioni. Oppure di Kiyine, fruttato 1 milione di euro al Chievo Verona e valutato 806mila dopo un anno a Salerno. Molto più contenuti gli esborsi per Andreas Karo, acquistato dall’Apollon per 164.751 euro (ed il cui valore post ammortamento è di 124.501 euro), per Cedric Gondo dal Rieti, costato 130mila euro (valore al 30/06/2020 di 101.606 euro) e per Fabio Maistro pagato 180mila euro sempre al Rieti (valore al 30/06/2020 di 123.496 euro). Per Dziczek e Kiyine il legame contrattuale è quantificato in 5 anni, 4 invece per Karo e Gondo, 3 per Maistro attualmente girato al Pescara.

Se i prezzi di queste operazioni con “parti terze” fuori dall’universo Lotito potevano dirsi noti o parzialmente noti, meno conosciute sono le valutazioni dei baby granata che la Salernitana ha ceduto alla Lazio.

Il centrocampista classe 2000, Biagio Morrone è stato valutato 530mila euro ed attualmente è stato girato dalla Lazio in prestito al Foggia. Il difensore del 2001, Mattia Novella, ha una valutazione di oltre 3 milioni di euro, (superiore a quella di Dziczek) con rimando anche ad un premio 2020/21 che è lecito aspettarsi indicato nel prossimo bilancio.

Stesso discorso per Andrea Marino centrocampista classe 2001 e acquistato per 1 milione di euro dalla Lazio. Il passaggio di questi tre babies granata, ha prodotto iscrizioni a bilancio per 4 milioni e 560mila euro su cui influiscono anche i premi di valorizzazione 2020/21. E poi c’è Tiago Casasola, la cui operazione è costata 3 milioni di euro (valore già noto agli esperti di mercato) ed ha ricordato molto quella effettuata 12 mesi prima con Mattia Sprocati.

La Salernitana figura tra i costi della SS Lazio anche in merito agli oneri per “servizi esterni”. I costi che ha sostenuto la Lazio per servizi esterni al 30 giugno 2020 ammontano a 22 milioni e128mila euro: tra questi ci sono anche i costi legati “all’utilizzo di diritti commerciali, pubblicitari e di sponsorizzazione presso lo Stadio Arechi a seguito dell’allungamento della stagione sportiva 19/20 per 1.243.000 euro” .

Si ringrazia Giovanni Adinolfi per la collaborazione

1 Commento

1 Commento

  1. Rino

    28/10/2020 at 13:57

    #liberatelasalernitana

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News