Connect with us

Giovanili

Andrea Marino: dall’ombra della Mole all’esordio in prima squadra, rifiutando le sirene napoletane

È il 31 agosto del 2017. Nella finestra estiva di calciomercato, dal Torino arriva a vestire il granata Andrea Marino, promettente centrocampista centrale classe 2001. Il ragazzo viene aggregato alla compagine under 17 allenata da mister Emanuele Ferraro, per poi passare alla primavera di Mariani nella stagione in corso.

IDENTIKIT – Marino è un centrocampista centrale di piede destro, ma all’occorrenza ha giocato anche come mezzala. Nato e cresciuto a Torino ma con genitori di Trentinara, Marino inizia a dare i primi calci nel settore giovanile della Juventus. Trascorsi cinque anni in bianconero, passa per due stagioni al Torino, che lo gira in prestito al Cuneo per una sola annata. Poi, un altro cambio di casacca, questa volta sempre granata: la stagione 2017/18 è la prima di Andrea Marino con la divisa dell’Ippocampo. Dopo un gol con l’under 17, nell’agosto del 2018 il classe ’01 viene promosso in primavera, dove ritrova molti compagni che facevano parte del team di Emanuele Ferraro. Nella stagione in corso, sotto la guida di mister Mariani, a cui è subentrato in corsa il duo Genovese-Lombardo, Marino ha totalizzato due gol in dieci presenze, per un totale di 892 minuti trascorsi sul rettangolo di gioco.

SIRENE NAPOLETANE – A gennaio 2018, però, le strade di Marino e Salernitana stavano per dividersi. Le prestazioni del centrocampista torinese con l’under 17 non erano passate inosservate agli addetti ai del club partenopeo. L’offerta del Napoli è stata rifiutata dalla dirigenza granata, che aveva fissato il costo del cartellino sui 100mila euro.

Negli ultimi due allenamenti di giovedì e venerdì, mister Gregucci ha aggregato Marino in pianta stabile nella prima squadra, coronando il rientro dalle vacanze natalizie con l’esordio nell’amichevole contro il Rieti di Eziolino Capuano. “Senza fretta ma senza tregua” recita il post del centrocampista su Instagram: per lui dieci minuti sul rettangolo verde dell’Arechi, subentrato a Mazzarani al 39′ della ripresa.

1 Commento

1 Commento

  1. Lina

    13/01/2019 at 21:57

    Un grazie a tutto lo staff della Salernitana: allenatori, compagni, dirigenti , hanno valorizzato il talento giovanile. Un esempio anche al Sud finalmente! Proteggiamo il nostro patrimonio! Avanti con grinta senza mai mollare, Grazie di ❤️

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement
Advertisement

Altre news in Giovanili