Connect with us

News

De Cesare: “Salernitana da primo posto ma gioca col freno a mano. Senza palloni Djuric può fare poco”

Nella sua città ha giocato con tre società diverse, la Salernitana Sport, la Salernitana Calcio e il Salerno Calcio vincendo un campionato di Serie B ed uno di Serie D. Salernitano doc, Ciro De Cesare  osserva sempre con attenzione le vicende di casa granata: “La sensazione è che giochi sempre col freno a mano – Ha sentenziato il Toro nel corso di Amici Granata su Tv Oggi –  Questa però è una squadra così forte da essere quarta nonostante tutte le difficoltà. L’allenatore deve capire dove sta il problema perché certi incidenti di percorso sono inammissibili. Questa squadra può anche arrivare prima. Manca lo stoccatore ma la società farà qualcosa”.

Per De Cesare il problema è di natura tattica: “Questa squadra dal mio unto di vista non può fare il 3-5-2. Colantuono è uno dei migliori allenatori sulla piazza ma stiamo vedendo poco rispetto al reale potenziale della squadra. Il 3-5-2 della Salernitana, rispetto a quello del Foggia, è più frenato. L’atteggiamento della Salernitana ci può stare e non si può dir nulla perché siamo quarti in classifica”.

Passaggio anche sul problema attacco: “Se non arrivano palloni Djuric può fare poco ma se arriva tardi sul pallone non è un discorso di condizione. Ci sono tre attaccanti ma con Pazzini o Di Carmine in attacco con questo gioco i risultati sarebbero gli stessi. Se la mentalità è questa e sta portando dei risultati si deve proseguire su questa strada”.

Sabato all’Arechi arriva lo Spezia: “Lo Spezia è una buona squadra, bisogna fare attenzione. La Salernitana vincendo si metterebbe in una bella posizione ma dovrà fare la partita come dovrebbe fare anche fuori casa per gli uomini che ha. Ad ogni modo anche con una mancata vittoria sarebbe presto per fare drammi, il campionato è lungo anche a 19 squadre. Farei giocare Bocalon e Jallow, sono quelli che finora hanno dato maggiori garanzie”.

Infine un passaggio su Di Gennaro: “Finora non mi ha convinto, non è stato messo in condizione di esprimere la sua qualità. Per me deve giocare davanti alla difesa, non può più fare la mezzala; può giocare con Di Tacchio e Castiglia ai lati ma c’è anche Akpa Akpro. Le alternative ci sono ma bisogna mettere le pedine al posto giusto”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in News

Segnala questo articolo via Email