Connect with us

News

VIDEO. Derby story, 14 precedenti a Napoli: granata mai vittoriosi, ma quel gol di Lazzaro…

Sono quattordici i precedenti match ufficiali disputati dalla Salernitana sul campo del Napoli. Cinque pareggi e nove vittorie del Napoli: i granata non hanno mai vinto in casa degli azzurri nella loro storia.

La prima sfida si giocò l’11 marzo 1945 nel campionato regionale misto, il primo a sancire una lieve ripresa del calcio dopo i due anni di stop a causa della guerra: finì 1-1 con la rete ospite di Antonio Valese a pareggiare quella locale di Rosellini. Il 23 dicembre dello stesso anno, nel torneo misto Serie A-B, i granata tornarono a Napoli, perdendo 1-0 (marcatore Verrina a inizio ripresa).

L’11 aprile del ’48 la prima (e finora unica) sfida in massima divisione al Vomero, altro 0-0. Entrambe le formazioni andarono in Serie B a braccetto: nel 48/49 Salernitana sconfitta 1-0 con rete di Krieziu davanti a 25mila spettatori; stesso risultato nel torneo successivo (rigore di Soldani) che vide gli azzurri tornare in A (foto in basso tratta dalla splendida copertina di “Salernitana la storia”, di Francesco Pio e Giuseppe Fasano).

 

“Ho visto Maradona”

Trentacinque anni di astinenza, poi il derby tornò. Si giocò al San Paolo l’1 settembre 1985 in Coppa Italia, con inversione di campo chiesta e ottenuta dalla Salernitana, perché il Vestuti era troppo piccolo per contenere tutto il pubblico voglioso di vedere all’opera Maradona.

L’argentino siglò una doppietta nel 3-1 finale per i partenopei (clicca qui per leggere le testimonianze di Manzo e Leccese). Ci fu l’autogol dello stesso Manzo a chiudere il tris, mentre su rigore Marco Billia aveva momentaneamente pareggiato i conti (clicca qui per leggere l’intervista all’ex difensore granata).

Tempi moderni

Doppia sfida nella stagione 1999/2000: l’1 settembre, ancora una volta in Coppa Italia, 3-0 netto degli azzurri firmato Lucenti, Schwoch e Turrini; in campionato – quello di Serie B – si giocò invece al San Paolo il 5 marzo 2000 con vittoria per 3-1 dei padroni di casa, abili a ribaltare il risultato (grazie a una rivedibile prestazione dell’allora portiere granata, Lorieri) con Stellone e due volte Lucenti. Il vantaggio ospite era stato siglato inizialmente da Marco Rossi. Il 27 gennaio 2002, sempre in cadetteria, l’1-1 rimasto nella storia con Leandro Lazzaro al 94‘: Napoli in vantaggio con rete del difensore Villa, poi recupero prolungato a causa di una solitaria invasione di campo di un tifoso azzurro e l’argentino (clicca qui per leggere la sua intervista) lesto a raccogliere la ribattuta del palo sul tiro di Di Vicino per siglare il pareggio a tempo scaduto in favore della squadra all’epoca allenata da un impassibile Zeman.

Altri due match nella stagione 2002/03: 1-1 in Coppa Italia (Sesa per il Napoli, Fabio Vignaroli per la Salernitana) e 2-1 per gli azzurri in campionato (Stellone e Dionigi, in mezzo il pari dell’ippocampo con Anderson Babù). Il 9 dicembre 2003 altro pareggio, sempre in B, stavolta senza gol: il Napoli ospitò in quell’occasione l’evento giocando sul neutro di Campobasso.

Le ultime apparizioni

Le ultime gare della Salernitana al San Paolo in ordine di tempo sono in Coppa Italia nelle stagioni 2008/09 e 2009/10. Il 12 novembre 2008, con Castori in panchina, i granata persero 3-1 il match valevole per gli ottavi di finale: autogol di Peccarisi e poi Pià per il Napoli, con Arturo Di Napoli a riaprire la partita su sponda ospite e Hamsik (rigore) a richiuderla definitivamente.

L’anno successivo fu 3-0 netto: in rete Maggio, Lavezzi e Hoffer. Il Napoli fallì anche un rigore con Datolo, ipnotizzato da Polito. Di seguito il tabellino di quell’incontro, datato 16 agosto 2009. L’unico superstite è… Pestrin, allora in campo e oggi in panchina come collaboratore di Colantuono.

TABELLINO   –   NAPOLI-SALERNITANA 3-0 (C.Italia 2009/10)

NAPOLI (3-5-2): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio (19′ st Santacroce), Gargano, Bogliacino (37′ st Blasi), Ham­sik, Datolo; Lavezzi (28′ st Hoffer), Quagliarella. A disp: Navarro, Rullo, Rinaudo, Denis. All: Donadoni.
SALERNITANA (3-5-2): Polito; Ky­riazis, L. Fusco (25′ st Russo), Stendardo; Galasso, Tricarico, (18′ st Pepe), Pestrin, Carcuro (1′ st Statella), Soligo; Caputo, Ferraro. A disp: Iuliano, Cartone, Agresta, Bastrini. All: Brini.

Arbitro: Gervasoni (Lanciano/Altomare. IV uomo: Operato)

NOTE. Marcatori: 29′ pt Maggio, 43′ pt Lavezzi, 42′ st Hoffer. Ammoniti: Pestrin (S), Blasi (N). Angoli: 5-3. Recuperi: 3′ pt e 0′ st. Spettatori: 20mila circa.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News