Connect with us

News

Ventura tiene alta la testa: “Giocato alla pari, così possiamo fare molti punti ancora”

Firmerei per perdere a Frosinone e vincere le successive quattro”, aveva detto Ventura alla vigilia della partita dello Stirpe. Purtroppo la prima parte del progetto si è davvero realizzata, la Salernitana perde contro i ciociari e vede allontanare il secondo posto. “Ma non è il nostro obiettivo“, ammette finalmente Ventura. Un buon approccio, poi però dal 20′ in poi il Frosinone ha preso in mano la partita e non l’ha più lasciata. Un ko che non può far contento Ventura che però cerca di tenere alto l’umore suo e dei suoi calciatori: “Oggi non si è vista la differenza con una squadra che ha una rosa importantissima. Abbiamo giocato a calcio, peccato non aver portato a casa almeno il pari. Ai miei giocatori ho detto che se avessero giocato tutte le partite così, avremmo più punti in classifica. Il rammarico deve esserci per Spezia, Cittadella, oggi se finiva 0-0 era giusto perché Micai non ha subito tiri in porta. Ci sono stati momenti in cui abbiamo fatto la partita, contro una squadra seconda ed eravamo senza Djuric e Lombardi, giocatori importanti. Ma non ci siamo sentiti inferiori. Tutti dicevano che non potevamo essere nelle prime dieci e il Frosinone è stato costruito per vincere ed era reduce da cinque vittorie di fila senza subire gol. Fa piacere sentir dire da Nesta che la Salernitana è forte ma i valori erano completamente diversi. Sono soddisfatto della prestazione, ma è evidente che non potevamo essere una macchina da gol per le situazioni che si sono venute a creare. In alcuni momenti abbiamo fatto la partita, giocando con raziocinio e lucidità, nel primo tempo abbiamo messo il Frosinone in difficoltà. Nel secondo abbiamo sofferto il giusto, Micai non ha fatto una parata, così come noi non abbiamo fatto un tiro nello specchio. Poteva finire zero a zero”. 

E ancora, Ventura cavalca l’onda: “A inizio stagione si parlava di campionati diversi per queste due squadre, quindi se stiamo a questo punto, vuol dire che stiamo lavorando bene. Dobbiamo continuare a fare come stiamo facendo, senza dimenticare chi eravamo a inizio stagione. Stiamo diventando qualcosa, stasera sono molto più fiducioso del solito, nonostante il risultato. Questa è una sconfitta immeritata per quel che abbiamo fatto in campo. Le assenze ci sono, non posso arrampicarmi. Avrei voluto avere giocatori di serie A davanti e avremmo fatto 4 gol, ma coi se e ma non si va da nessuna parte. Se abbiamo il rammarico di non aver vinto a Benevento e di non aver pareggiato a Frosinone, significa che c’è stata una crescita esponenziale. Inutile lamentarsi, è un momento così e lo accettiamo, per cui i provo a cercare tutte le cose positive.

Cinque mesi dopo è tornato a giocare Cerci, unica nota positiva del pomeriggio: “Cerci è entrato, gli abbiamo dato la possibilità di rompere il ghiaccio, Giannetti non era al meglio. Non mi aspettavo chissà cosa. Nella gestione dei cambi ho pensato anche a martedì. Akpa non regge 90′ per due volte in tre giorni, Gondo non avendo Giannetti ci sarà da giocare, non sappiamo se recuperiamo Djuric. Classifica? Non ho mai parlato di questo. Nessuno lo faceva all’inizio e non va bene farlo adesso. La guarderemo, insieme a tutta la Serie B, a fine marzo. È lì che si delinea in zona playoff. Tra fare una prestazione come Spezia e prendere il punto e fare una prestazione come questa ma perdere, preferisco la seconda. Direte che sono pazzo, ma io considero il risultato come una conseguenza di quello che fai e che sei”. 

1 Commento

1 Commento

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News