Connect with us

News

Ventura post partita: “Le chiacchiere stanno a zero. Imperativo? Vincere per giocarci i playoff”

Al Nereo Rocco di Trieste, contro il Pordenone, la Salernitana ci lascia i punti ma anche qualche rimpianto in più: sicuramente quello di non essere riuscita a fare bottino prima, arrivando a questo punto del percorso con un unico imperativo, vincere al rush finale per potersi permettere la chance dei playoff. Gian Piero Ventura ha abituati tutti alla sorpresa e ad una Salernitana camaleontica. Quasi un “turnover” obbligato per il mister dei granata, che ha preferito tenere a riposo Djuric e Akpa, ritrovati in pochi minuti finali.

“Abbiamo dovuto gestire le forze, c’è gente che ha qualche acciacco, c’è chi fa più fatica a giocare dopo 48 ore”. Le sue scelte, al triplice fischio finale, Ventura le commenta così. Adesso la Bersagliera si gioca il tutto per tutto all’Arechi, venerdì sera all’Arechi, contro un assetato Spezia. “E’ evidente che Akpa ha recuperato oggi e sarà assolutamente disponibile e lo stesso vale per Djuric che non era in grado di fare due partite. Siamo venuti per fare risultato e volevamo farlo pieno, ma qualcosa ci ha frenati. Anche se solo un pareggio ci permette di essere nei playoff se riusciremo a vincere venerdì. Diamogli la possibilità di preparare serenamente questa partita, stasera abbiamo giocato con buona personalità. Sapevamo dove andare e cosa fare ma è evidente che qualche problemino ce lo abbiamo,  ma nonostante tutto abbiamo dominato per 70 minuti la partita. La scelta di Vannucchi in porta? C’erano state solo 48 ore dopo l’ultima partita contro l’Empoli ed era molto meglio mettere in campo un giocatore sgombro di testa e dare possibilità a Micai di ritrovare serenità e dare il suo contributo alla prossima. Ho spiegato e tutti hanno capito le mie scelte”.

Poi Ventura ha continuato: “Gli organici fanno la differenza, però le partite contro l’Empoli ed Ascoli sono partite diverse, con l’Empoli la stavamo giocando, con l’Ascoli no. Abbiamo preso due o tre gol impossibili da prendere venerdì. Siamo venuti qua per fare risultato e dovevamo fare la partita, sul rigore abbiamo commesso un’ingenuità mostruosa, abbiamo dimostrato di condurre la partita ma non l’abbiamo chiusa. Quando parlavo di continuità parlavo di quella che ti abitua a vincere. Questa Salernitana può andare ai playoff e giocarseli? Sì. La crescita di questa squadra è stata esponenziale, ma con delle cadute terrificanti. Per diventare bianco o nero bisogna passare per il grigio”.

L’ex ct non ha esitato durante il match a “protestare” contro qualche decisione arbitrale: “Le decisioni arbitrali bisogna guardarle a menta fredda. Con il Var risolveremo tanti problemi – ha continuato –  così non è facile vedere tante cose. Oggi ci rendiamo conto quanto sia difficile arbitrare. Vorrei preparare la prossima partita come l’abbiamo preparata con Cittadella e Crotone ma in realtà l’avevamo preparata bene anche con l’Ascoli. Ma dobbiamo imparare a prendere coscienza di quello che siamo, che sappiamo fare e di quello che abbiamo fatto fino ad oggi. Ma le chiacchiere stanno a zero. Se la vinciamo andremo meritatamente ai playoff e se ci andiamo ce li giochiamo sicuramente”.

All’Arechi, la Salernitana dovrà scendere in campo, per mettere in cassaforte i tre punti: “La partita va preparata con serenità e con lo spirito di una squadra che deve fare risultato pieno, ma anche la consapevolezza che lo sa fare. Siamo venuti qua e ci abbiamo provato ma non ci siamo riusciti. Se avessimo fatto la prestazione di Ascoli, l’avremmo persa. Ma a vincerla ci siamo andati vicino, sicuramente”.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News