Connect with us

News

Vendita e caparre: le tappe degli ultimi giorni e la situazione dopo 5 mesi di attesa

Va agli archivi una giornata intensa, ricca di attesa, ma anche in questo caso la montagna ha partorito un topolino. È atteso per la giornata di domani un nuovo comunicato stampa dei rappresentanti di Melior Trust e Widar Trust per fare il punto sull’argomento. La situazione è quanto mai complessa: le offerte sono arrivate, ma nessuno dei potenziali acquirenti ha versato la caparra necessaria per procedere alla definizione di un accordo.

Le offerte arrivate

Sono tre le offerte che i trustee hanno valutato negli ultimi dieci giorni. Una da parte di un gruppo di imprenditori romani, l’altra da una cordata italo-francese attiva nel mondo del settore cinematografico ed infine un’altra straniera. In passato è stato registrato anche l’interesse da parte di una cordata saudita ed una americana, ma non se n’è fatto nulla per via dei tempi eccessivamente ridotti. Quella in vantaggio sarebbe stata la prima rappresentata da un advisor piemontese (apparso sulla scena solo in un secondo momento) che avrebbe previsto già un investimento per un importante mercato di riparazione con l’obiettivo di cercare l’obiettivo salvezza. Ci sarebbe stato anche l’impegno formale da parte del gruppo di versare la caparra entro il 13 dicembre. Nelle ultime ore, però, qualcosa è andato storto: il pagamento dell’acconto non è avvenuto e resta da capire le motivazioni di questa scelta da parte del gruppo in vantaggio.

Il Consiglio Federale

Martedì si riunirà il Consiglio Federale (clicca qui per leggere l’articolo) che prenderà una decisione in merito, con due possibili strade. La prima è quella dell’esclusione, misura annunciata in estate dal presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina. La seconda invece porta ad una proroga fino al 30 giugno. L’esclusione della Salernitana dal campionato di Serie A rappresenterebbe un motivo di grande imbarazzo per il sistema calcio italiano, la proroga invece potrebbe scontentare buona parte della tifoseria che sperava in una soluzione definitiva dopo mesi di deadline, promesse, tanto fumo ed un mare di amarezza.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News