Connect with us

Giovanili

Under 15, poker subito in casa del Pescara. Cerrato: “Hanno avuto più voglia di noi”

Campionato Under 15 Serie A e B, Girone C – 2ª Giornata

Pescara – Salernitana 4-0

TABELLINO

PESCARA: Mastropietro (22’ st Antonelli), Crimaldi (12’ st Mazzoni), Parisi (22’ st Aloisi), Bonugli, Panzarino, Romani, Diabate (12’ st Croce), Faiella (28’ st Di Giovacchino), Bodje (28’ st Memmo), Ripani, Primavera (22’ st Delle Monache). A disp. Preta, Pierdomenico. All. D’Ulisse.

SALERNITANA: Di Stanio, Gallo, Salerno (22’ st Scognamiglio), De Gennaro (1’ st Boffa), Nicoletti (18’ pt Ientile, 22’ st Di Masi), Galietti, D’Angelo (12’ st Fusco), Landi (1’ st Chiumento), Cozzolino, Mastrocinque (12’ st Celia), Birra. A disp. Sansone, Balzano. All. Cerrato

Arbitro: Sig. D’Adamo di Vasto (Di Berardino/Carnevale).

Marcatori: Faiella (P) al 36’ pt, Mastrocinque (P) su rig. al 9’ st, Landi (P) all’11’ st, aut. Galietti (S) al 27’ st. Ammoniti: Romani (P), Cozzolino (S). Recupero: 2’ pt – 3’ st.

 

Brutta batosta per la Salernitana Under 15 sul campo dei pari età del Pescara, i quali si impongono per 4-0.

La partita nel primo tempo è abbastanza in equilibrio, con nessuna delle due squadre che riesce a prevalere sull’altra per una buona mezz’ora. Poi i padroni di casa iniziano a prendere le misure e a mettere un po’ più di ordine in campo. Proprio al 30’ Diabate pesca Crimaldi con un grande filtrante, ma salva tutto Di Stanio con un’uscita tempestiva.

Al 36’ invece arriva l’episodio che sblocca la gara: sul bel lancio di Ripani viene dimenticato Faiella che tutto solo scavalca Di Stanio e fa 1-0.

La ripresa inizia come era iniziato il primo tempo, ma all’8’ il Pescara beneficia di un rigore per fallo di mano della barriera su un calcio di punizione dal limite, dagli undici metri trasforma poi Ripani nonostante l’intuizione di Di Stanio che sfiora il miracolo. All’11’ ancora uno splendido assist di Ripani serve il taglio di Landi che in acrobazia la mette all’angolino lontano, 3-0 del Pescara che abbatte definitivamente i granatini. A questo punto i biancazzurri possono gestire il risultato con facilità e arriva anche il poker con lo sfortunato autogol al 27’ di Galietti che intercetta di testa il cross di Faiella, mandandolo però nella propria porta e beffando Di Stanio. La partita si conclude perciò 4-0 per il Pescara.

 

Sintetico e diretto il commento dell’allenatore della Salernitana Pasquale Cerrato: “Gara che abbiamo interpretato male, dopo esser partiti bene l’episodio dell’infortunio ci ha un po’ tagliato le gambe. Loro hanno avuto più voglia di vincere, sono stati più aggressivi, arrivavano prima su tutte le seconde palle e questo ha fatto tutta la differenza”.

Ma è stato il gol dell’1-0 a cambiare la partita, fino ad allora il Pescara non era stato pericoloso: “Tutto sommato nel primo tempo avevamo retto. L’episodio decisivo è stato il gol subito nel recupero, i ragazzi devono capire che in certi momenti non si possono concedere distrazioni del genere. Poi è chiaro che se subisci due gol nel giro di pochi minuti la gara è finita. Per il Pescara è stato facile gestire da quel momento in poi. Ma siamo un gruppo nuovo e dobbiamo ancora lavorare per essere al meglio”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in Giovanili