Connect with us

Giovanili

Under 15, la Lazio vince di misura al Volpe. De Feo: “Nulla da rimproverare ai ragazzi”

TABELLINO SALERNITANA-LAZIO 1-2 (UNDER 15)

SALERNITANA: Palazzo, Maresca, Farina A., Trezza, Nunziata, D’Amore, Buccella (30’ pt Chietti), Migliore (13’ st Zecca), Noto (13’ Cafaro), Farina M., Gorga. A disp. Cafarelli, Amore, Catuogno, Amirante, Nobler, Ardovino. All. De Feo

LAZIO: Russi, Formisano, Trifelli, Petrone (15’ st Chiucchiuini), Gori, Scuto, Bongiorno (15’ st Vernesi), Pernaselci (27’ st Polito), Carbone, Miconi (29’ st Mocci), Fazio (1’ st Nebuloso). A disp. Muzi, Venditti, Cucu, Bizzarri. All. Gonini

Arbitro: Sig. Rotondo di Castellammare di Stabia (Capano/Carrozza)

NOTE. Marcatori: Carbone (L) al 26’ pt, Zecca (S) al 24’ st, Carbone (L) al 29’ st. Ammoniti: Nebuloso (L), Farina A. (S), Pernaselci (L), Vernesi (L), Farina M. (S). Angoli 4-5. Recupero: 2’ pt – 5’ st.

È stata una sfida emozionante quella in scena al Volpe tra Salernitana e Lazio Under 15, in cui ad avere la meglio sono stati i biancocelesti con il risultato di 2-1, decisiva una doppietta di Carbone.
I granatini iniziano in maniera piuttosto timida, commettendo anche qualche errore di troppo in disimpegno che favorisce il pressing della Lazio. Al 13′ Carbone ha una grossa occasione per sbloccare la gara, salta il portiere con un lob, ma D’Amore recupera alla grande prima che possa facilmente appoggiare in rete. Al 26′ gli aquilotti passano in vantaggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo: Palazzo in uscita alta smanaccia e riesce a salvare momentaneamente togliendo il pallone dalla disponibilità di due avversari, ma la successiva carambola favorisce il tocco a due passi dalla porta sguarnita di Carbone. Il gol sembra scuotere i padroni di casa, che alzano intensità e baricentro. Al 34′ la squadra di mister De Feo sviluppa bene gioco e libera sulla destra Buccella che prova il tiro da fuori, la conclusione scavalca il portiere ma lambisce la traversa. Pochi istanti dopo ci vuole un salvataggio di Russi a impedire al diagonale di Noto di insaccarsi. Il primo tempo finisce quindi sul parziale di 0-1.
Nella ripresa la Salernitana continua a cercare il pareggio con insistenza e al 22′ ci va vicinissima con D’Amore, dimenticato su una situazione di calcio da fermo, il difensore stoppa di petto e gira la palla verso la porta, ma troppo centralmente e Russi respinge. A rimettere il risultato in equilibrio due minuti dopo ci pensa Zecca, protagonista di una buona percussione prima che la palla gli ritorni un po’ fortunosamente in area di rigore e riesca a seccare il portiere sul primo palo. Il pari però dura poco, perché al 29′ Carbone scatta e viene servito da un lancio lungo, tiene lontano Nunziata con il corpo e apre il piatto per il gol che decide la partita. Con entrambe le squadre molto stanche e provate dal match, nel finale c’è molta confusione, che aiuta la Lazio a tenere il vantaggio fino alla fine del recupero di cinque minuti e la gara finisce con il risultato di 1-2.

 

L’allenatore dei granatini, Cosimo De Feo, non ha nulla da rimproverare alla squadra nonostante il risultato: “La cosa più bella è che è stata una partita abbastanza aperta, entrambe le squadre volevano la vittoria e entrambe cercavano di concretizzare e di segnare oltre ad esprimere le proprie idee. Noi ci abbiamo provato un paio di volte, siamo stati un po’ sfortunati e poi ci sono state delle situazioni su cui dobbiamo migliorare, ma non posso dire nulla ai ragazzi oggi“.

La Salernitana è stata anche brava a reagire bene allo svantaggio, anzi i granatini si sono sciolti e hanno iniziato immediatamente a giocare meglio dopo il gol della Lazio: “È vero, nei primi dieci minuti eravamo un po’ intimoriti, ma bisogna anche capire che per i ragazzi era tutto nuovo, giocare contro la Lazio in un campionato nazionale, per la prima volta in casa. Eravamo troppo bassi, ma poi sull’1-0 abbiamo iniziato a giocare, ci siamo espressi bene cercando di metterli in difficoltà e ci siamo riusciti. L’unico dispiacere è il risultato“.

Purtroppo però il pari è durato poco a causa di una distrazione subito punita dai biancocelesti: “Siamo stati poco bravi a leggere quella situazione, ma sono ragazzi che per fortuna stanno crescendo e stanno migliorando. Dobbiamo essere bravi noi a farli crescere sotto ogni punto di vista, compreso quello tattico. Quella è stata una lettura sbagliata tatticamente perché il difensore ha cercato l’anticipo e si è trovato scavalcato. Però tutti hanno fatto una buona prestazione nel complesso“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili