Connect with us

News

Ulivieri punta il dito: “Sarà il governo a decidere quando riaprirà il calcio, non Lotito”

Taglio stipendi, la Lega si scontra con le associazioni di calciatori e allenatori. Trovare un compromesso che accontenti tutti è impossibile, la coperta è cortissima: qualcuno resterà senza protezione. Il presidente dell’AssoAllenatori Renzo Ulivieri ha esposto a Radio Punto Nuovo il suo punto di vista, non lesinando stoccate a Claudio Lotito: “Quando riapriranno le fabbriche, riaprirà anche il calcio. Rischiamo di navigare nel privilegio e potrebbe provocare disaffezione, ma comunque sarà il Governo a decidere, non Lotito”, ha detto il rappresentate dei tecnici.

Un messaggio chiaro, per Ulivieri va salvaguardata prima di tutto la salute. Poi si potrà discutere sulle decurtazioni salariali: “In un momento come questo c’è da guardare alle fasce più deboli, coloro che hanno stipendi normali anche all’interno delle società professionistiche. Come ne uscirà il calcio? La logica è quella del mercato e della concorrenza: si fanno concorrenza fra di loro per prendere un calciatore e il costo lievita. A me non piace tanto. Questa logica può essere anche rivista ma dipende da coloro che hanno in mano le chiavi del mercato”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News