Connect with us

News

UFFICIALE. Nuovo dietrofront delle autorità: divieto di trasferta a Salerno per i veneziani

Lunedì 2/3 – Arriva l’ufficialità: i tifosi del Venezia non potranno recarsi all’Arechi per la partita in programma domani sera. Lo ha comunicato pochi istanti fa il club lagunare:Visto il DPCM dell’ 1 merzo 2020, e a seguito del GOS avvenuto questa mattina presso la Questura di Salerno, Venezia FC rende noto che è fatto divieto di trasferta ai tifosi residenti nella regione Veneto.

Il divieto di vendita dei tagliandi per la partita Salernitana – Venezia FC riguarda tutti i settori dello stadio. Non viene prevista nemmeno la cedibilità del titolo di ingresso. Invitiamo tutti i tifosi che avessero già acquistato il biglietto per la partita in oggetto a consultare il sito www.ussalernitana1919.it per le modalità di rimborso”.

A tal proposito il club granata rende noto che “i tagliandi già emessi potranno essere rimborsati presso i punti vendita in cui sono stati acquistati”.


Domenica 1/3 – Un nuovo dietrofront delle autorità per Salernitana-Venezia. I tifosi lagunari non potranno recarsi a Salerno per assistere alla partita martedì sera, a causa del protrarsi dell’emergenza Coronavirus che ha, di fatto, inasprito i parametri di sicurezza del Governo sulla salute pubblica. Nella giornata di oggi, infatti, il premier Conte ha pubblicato un nuovo decreto aggiornato, contenente ulteriori restrizioni sugli eventi sportivi e la proroga delle porte chiuse fino all’8 marzo per le gare in programma in Emilia Romagna, Lombardia e Veneto.

Nello stesso decreto, però, è stato inserito anche il divieto di trasferte organizzate da parte delle tifoserie che da queste tre Regioni dovrebbero mettersi in viaggio verso altre zone non interessate dall’emergenza. È proprio il caso dei supporters arancioneroverdi. Domani mattina la riunione del Gos dovrebbe definitivamente ratificare il divieto di trasferta. Un paradosso, se si pensa intanto alla forte amicizia che sussiste da 22 anni tra le tifoserie campana e veneta, ma soprattutto se si torna indietro di qualche giorno, riavvolgendo il film delle decisioni sulla prevendita: dapprima, la partenza in ritardo di tre giorni circa sulla tabella di marcia e per i soli sostenitori locali, nella giornata di giovedì; poi, l’apertura della vendita dei biglietti anche per la curva nord, avvenuta venerdì. Infine, questo nuovo passo indietro con il divieto, stasera nell’aria, che sarà ufficiale domani, soltanto ventiquattro ore prima dell’evento. Da sottolineare che in questo momento sul sito di Ticketone, la prevendita per il settore ospiti risulta ancora aperta. I tifosi del Venezia che hanno già acquistato il biglietto, non appena il Gos confermerà il divieto, potranno chiedere il rimborso.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News